you reporter

Santuario, la facciata ritrova il suo antico splendore

Lavori pubblici

75500
La facciata della basilica di Lendinara ha ritrovato il suo antico splendore. Dopo circa sette mesi di restauro, ieri le impalcature sono state rimosse, permettendo a fedeli e cittadini di ammirare la bellezza delle pietre rimesse a nuovo.



I lavori di restauro si sono svolti in due fasi, sotto l'occhio vigile dell'architetto Bruno Martini di Padova, a cui era stata affidata la progettazione dell'intervento.



In un primo momento, la ditta incaricata si è dedicata alla messa in sicurezza di alcuni elementi architettonici a rischio di deterioramento, come gli obelischi, le cornici e i cornicioni.



Le mani esperte degli operai si sono posate, poi, sui mattoni facciavista e sugli elementi in pietra del rosone, provvedendo inoltre a risanare le crepe dell'intonaco. Anche le statue, danneggiate in più punti e ricoperte da uno strato di sporcizia, sono state rimesse a nuovo.



E ieri, finalmente, la facciata della Pilastrello, realizzata nel 1850, è tornata a brillare per la gioia non soltanto dei numerosi fedeli e pellegrini che ogni giorno entrano a pregare, ma anche dei lendinaresi affezionati all'edificio sacro.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl