Cerca

Bastonato e lasciato nudo al freddo perché non studia: "In Cina si usa così"

Il caso

49557
Agghiacciante la vicenda di un ragazzino cinese di 15 anni, massacrato con la canna di bambù e lasciato in slip al freddo, perché non studiava. Papà a giudizio per maltrattamenti e lesioni aggravate.
Ha prima bastonato il figlio di 15 anni con una canna di bambù su spalle, braccia e gambe. Poi, lo ha lasciato fuori al freddo e in slip. Un trattamento che un cinese di 44 anni, residente a Lendinara, e ben inserito nel territorio, faceva abitualmente, perché il figlio non andava bene a scuola e come “metodo educativo”.



L’uomo, nel dicembre del 2015 era stato arrestato in flagranza di reato, è ancora indagato per maltrattamenti in famiglia e lesioni aggravate. E' stato inviato a giudizio oggi 18 aprile dal gip Pietro Mondaini.



Durante le indagini condotte dai carabinieri, infatti, sarebbe emerso che le condotte del padre erano abituali. In altre occasioni, infatti, avrebbe colpito il figlio con una zappa e lo costringeva a stare fuori casa senza bere né mangiare. Addirittura, il ragazzino riusciva a stare fuori dall’appartamento per tre giorni e per tre notti. Come un animale.



L’aggravante, per l’uomo, è di aver commesso queste condotte davanti agli altri due figli, uno di 10 anni e l’altro di tre anni.



Quando il ragazzo venne sostanzialmente salvato da una vicina, l’11 dicembre del 2015, era nudo quando fuori c’era una temperatura pari a un grado centigrado.



Le ferite appena inferte dal padre con una canna di bambù sanguinavano ancora. Il gip Alessandra Martinelli aveva disposto gli arresti per il papà violento. Successivamente l’avvocato Katiuscia Carravieri aveva ottenuto dal tribunale del riesame la scarcerazione e il divieto di avvicinamento alla casa familiare.



L’uomo finora si è difeso affermando di non sapere che in Italia questo trattamento è illegale, e che in Cina si usa così.




Il servizio completo domani 19 aprile sulla Voce di Rovigo
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy