you reporter

Lendinara

Nuovo muro un anno dopo il crollo

Sono terminati i lavori di restauro per villa Marchiori della Pioppa. Ammonta a 40mila euro il costo totale

Nuovo muro un anno dopo il crollo

Un anno dopo, villa Marchiori della Pioppa riconquista il muro di cinta. Sono terminati i lavori di restauro, necessari lo scorso novembre quando il brutto tempo aveva dato il colpo di grazia al muro di cinta intorno all'ex Ragioneria, nella sezione che si affaccia su via Roma e su attività commerciali frequentate.

Le intemperie avevano causato il crollo verso l’interno del giardino di un pezzo consistente del muro di cinta, caduto senza causare danni alle persone. “Il luogo era già stato recintato sia all'interno che all'esterno sulla strada ormai da un paio di mesi”, aveva comunicato il sindaco Viaro. “Ci eravamo infatti già accorti del rischio e avevamo intanto messo in sicurezza l’area per evitare che episodi come questo causassero danni ai cittadini”.

Nell’ultima variazione di bilancio, già 10mila euro erano stati previsti come capitolo di bilancio per iniziare i lavori di sistemazione del muro dell’area dell’ex Ragioneria, “anche se la somma totale prevista per l’intero lavoro si aggirerà probabilmente intorno ai 40mila euro”. La sovrintendenza aveva confermato il progetto di sistemazione.

Si è ricostruito il muro e rimesso in condizioni ottimali, visto che la parte di lavoro di abbattimento era già stata messa in opera dagli agenti atmosferici. “Abbiamo raddrizzato il pilastro - ha precisato il primo cittadino - ma abbiamo voluto lasciare la memoria storica dei segni dei bombardamenti della seconda guerra mondiale, perché il ricordo della storia è forse più importante di un palo liscio”.

Non l’unico lavoro che ha interessato villa Marchiori della Pioppa: sono stati infatti sistemati i servizi per migliorare l’accesso dalla struttura coperta con una porta che li collega direttamente.

A un anno di distanza dal crollo, si levano le impalcature e il muro di cinta è tornato a svettare sulla strada, ravvivando il ricordo di chi costeggiava il giardino tutte le mattine per sedersi sui banchi di quella che è stata per anni il fiore all’occhiello dell’educazione scolastica cittadina.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl