you reporter

BADIA POLESINE

Non pagano più le tasse: gente senza soldi

L'analisi dell'assessore al Bilancio Stefano Baldo

Non pagano più le tasse: gente senza soldi

Stefano Baldo, assessore al Bilancio

30/04/2022 - 13:40

Il consiglio comunale approva l’ultimo bilancio consuntivo dell’esecutivo guidato da Giovanni Rossi con un avanzo di oltre un milione e mezzo. A fare il punto degli aspetti finanziari dell’ente, in un anno ancora bersagliato dal Covid, è stato l’assessore al Bilancio Stefano Baldo.

“Il conto del bilancio 2021 si è chiuso con un avanzo di amministrazione di 1.549.505,62 euro - ha spiegato l’esponente della giunta - Non sono stati riscontrati debiti fuori bilancio ed è stato rispettato il pareggio. È stata utilizzata un’anticipazione di cassa di 1.278.831,49 euro, resa indispensabile per rispettare le tempistiche dei pagamenti, che per il Comune di Badia Polesine risultano pari a -8 giorni rispetto ai 30 di riferimento. Per quanto riguarda le entrate tributarie, per l’Imu non ci sono stati problemi particolari e l’attività di recupero degli insoluti ha comunque dato risultati buoni: sono stati emessi 377 avvisi per 61mila euro".

"Più problematica è la questione della Tari. Nel 2021 sono state riscontrate notevoli difficoltà nella riscossione, dovute all’emergenza Covid, riscontrando un minor incasso del 20,18% rispetto al 16% di media dei due anni precedenti. L’amministrazione - ha ripreso Baldo - ha pensato di affidare il recupero coattivo dei provvedimenti non incassati ad una società concessionaria per il recupero crediti diversa dall’Agenzia della riscossione, in quanto quest’ultima ha tempi di recupero troppo lunghi non consoni alle esigenze di cassa. Anche per la Tosap vi sono forti criticità dovute al periodo covid".

"A compensazione del periodo di esenzione della tassa, durato tutto l’anno scorso, lo Stato è intervenuto con i trasferimenti compensativi per 13.173,42 euro. In generale, i ristori che il Comune ha percepito causa Covid ammontano complessivamente a 107.478,83 euro, entrate che sono state utilizzate come ristori verso l’esterno (bonus affitti e alimentari, altri contributi) e come ristori di mancate entrate dell’ente. Le spese del personale del 2021 risultano ancora diminuite rispetto alle medie degli anni precedenti, per un totale di 1.716.806,38 euro. Nel 2021 sono stati ancora finanziati i 12 buoni da mille euro per nuovi residenti. Le spese di rappresentanza degli organi istituzionali ammontano a 432,60 euro; le spese sono rimaste sempre bassissime. Per quanto riguarda i derivati – ha aggiunto l’assessore avviandosi alla conclusione - nel 2021 sono stati pagati 275.549,10 euro, andando in moratoria per 202.801,13 euro. L'indebitamento dell’ente pro capite è sceso a 646,94 euro e in generale possiamo dire che la situazione è leggermente migliorata grazie ai risparmi e all’esecuzione di opere effettivamente finanziate”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl