you reporter

Le opere di Sabatino e Baran <br/> a Ca' Vendramin con Deltarte

40430
TAGLIO DI PO - Sono state inaugurate al Museo Regionale della Bonifica di Ca’ Vendramin, le installazioni “Memoria nascosta: a resting place that lives” dell’artista Joseph Gerard Sabatino e “Progetti bruciati” di Baran (al secolo Andrea Barasciutti), nell’ambito del festival itinerante Deltarte.

Capofila del progetto, l’associazione culturale “Voci per la Libertà”, che ha siglato per il secondo anno consecutivo il sodalizio con l’ideatrice e curatrice Melania Ruggini.

L’artista ha illustrato l’ opera: “Memoria nascosta, ambientata nella Sala macchine, stimola il ricordo a contatto con la realtà. Realizzata con materiali poveri come sacchi di juta, grani di riso grezzo, corde naturali, legno, simboli di una terra, il Delta, sospesa tra la memoria e il presente, è dedicata a tutti gli operai che hanno lavorato per costruire questo territorio”. Poi è toccato a Baran: “Progetti bruciati, una sorta di lingua di terra, installata nella Sala attrezzi, è un’opera fortemente allegorica, che esprime la crisi dell’architettura e dei progetti non valorizzati”

Visite al Museo della Bonifica (0426- 81219) fino al 29 settembre, tutti i giorni escluso il lunedì, dalle 9.30 alle 12,30 e dalle 15 alle 18.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: Teatro Sociale di Rovigo
speciali: Camera di Commercio e Cna: un mondo di opportunità per le imprese

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl