you reporter

Turisti al posto della centrale Enel<br/>i lavoratori destinati a Finale Emilia

40733
ROVIGO - Due ore e mezza di riunione in Prefettura per un buco nell’acqua. Non è andato a buon fine il tentativo di trattativa tra Enel e sindacati sul destino del sito di Porto Tolle. E ieri al tavolo istituzionale tra i manager dell’azienda, le rappresentanze sindacali e l’amministrazione di Porto Tolle, i responsabili della centrale hanno dichiarato che laddove oggi svetta la ciminiera di Polesine Camerini, domani potrebbe sorgere una nuova località turistica, in stile Albarella.

Nonostante il tentativo di mediazione da parte del prefetto Francesco Provolo, l’Enel trasferirà a Finale Emilia la gran parte del centinaio di lavoratori oggi impegnati nel sito dismesso, che comunque ha sempre bisogno costante di manutenzione e di messa in sicurezza.
La procedura di trasferimento dei lavoratori portotollesi è già cominciata: martedì sera sono conclusi i colloqui con i responsabili del personale e da oggi potrebbe arrivare all’indirizzo di circa 100 dipendenti la comunicazione del trasferimento. I primi saranno nella centrale a biomasse di Finale Emilia già dal primo luglio, a 150 chilometri di distanza da casa. In centrale ne rimarranno solo una ventina.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl