you reporter

L'ex presidente di Polacque <br/> a processo per reato ambientale

Il caso

47995
Alessandro Mazzoni, ex presidente di Polesine Acque, è a processo per reato ambientale. Dovrà rispondere in quanto legale rappresentante, all'epoca dei fatti, dell'ente gestore del servizio idrico e gli impianti di depurazione polesani. L'accusa è di aver trattato illegalmente rifiuti speciali non pericolosi. Sarebbero stati mantenuti in deposito, negli impianti di depurazione di Donzella e di Santa Giulia a Porto Tolle, i fanghi prodotti dal trattamento delle acque reflue urbane. Il materiale era rimasto in deposito per oltre un anno. Per l'accusa si tratta di deposito incontrollato di rifiuti.

Il servizio completo in edicola nella Voce di sabato 23 gennaio

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl