you reporter

Scuole, in classe arriva la raccolta differenziata

Ambiente e istruzione

80861

23/05/2017 - 15:38

Scuole di Porto Tolle, i bambini imparano a differenziare. Saranno oltre 600, tra materne, elementari e medie, gli studenti che entro una settimana avranno nelle loro aule dei cestini multipli per la raccolta differenziata, in tutto cento.



Alla fornitura del materiale, messo a disposizione da Ecoambiente insieme al Comune di Porto Tolle, sono state accompagnate delle lezioni formative da parte di personale supportato dall’Istituto Comprensivo L. Brunetti. Il kit per l’educazione nelle scuole è stato presentato ieri mattina in una conferenza stampa nella sala consiliare di Porto Tolle alla presenza degli attori che hanno appoggiato il progetto, sindaco Claudio Bellan, vicesindaco Mirco Mancin, assessore alla Cultura Leonarda Ielasi, dirigente scolastica Gabriella Di Mascio, direttore tecnico e presidente del Cda di Ecoambiente, rispettivamente Valerio Frizzarin e Alessandro Palli.



Il coinvolgimento degli studenti sulle tematiche ambientali è di fondamentale importanza per l’amministrazione comunale. “Ci siamo già attivati con un incontro formativo alle primarie di Donzella – ha evidenziato il vicesindaco Mancin – seguito giovedì da Boccasette e Scardovari. L’obiettivo è di risvegliare la coscienza civica dei nostri futuri cittadini”.



Per il sindaco Bellan “è una vera e propria educazione ambientale perché il rifiuto deve trasformarsi in materia prima anche se permangono ancora problemi per la vastità del territorio e per la gestione della differenziata nei porti”. Per l’Istituto Comprensivo ha parlato la dirigente Di Mascio: “Plauso all’amministrazione comunale per le numerose attività e progetti, ringrazio Ecoambiente per l’indiscusso valore didattico dell’iniziativa che dovrà avere un effetto domino anche sulle stesse famiglie”.



A snocciolare numeri il direttore tecnico Frizzarin: “Vogliamo alzare la percentuale della differenziata con percorsi di informazione. Solo il 65 per cento differenzia bene, dobbiamo essere più competitivi come Treviso con l’80 per cento”. Stessa cosa per Porto Tolle che, come ha ricordato il vicesindaco Mancin, “è calata nel giro di pochi anni dal 67 al 62 per cento con la conseguenza dell’aumento dell’ecotassa”.



Anche gli operatori balneari hanno dato disponibilità per la raccolta differenziata. “Quest’anno nelle spiagge ci saranno bidoni evidenziati con contenitori per la differenziata, abbiamo sollecitato i gestori a fare il massimo” ha puntualizzato il vicesindaco Mancin.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

La Voce di Natale
Natale con i nostri TESORI

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl