you reporter

Casa di riposo, partono i lavori

Rosolina

86918

Un momento della presentazione

20/07/2017 - 09:55

Sono iniziati i lavori alla Casa di riposo di Rosolina. Non solo: in una gremita sala consiliare sono stati presentati ai cittadini i nuovi corsi per oss (operatore socio sanitario), che permetteranno di formare le persone che potranno trovare poi lavoro nella nuova struttura.



I corsi sono finanziati dalla Regione del Veneto e riconosciuti come qualifica regionale: un titolo che certifica il livello di formazione e competenza di chi li frequenta e spalanca le porte del mondo del lavoro nel mondo socio sanitario. I corsi sono stati introdotti e presentati da Lara Tasso, responsabile dell’area adulti e imprese di Enaip, da Alba Rosito in rappresentanza del presidente del Cur (Consorzio universitario di Rovigo), Sergio Annoscia, legale rappresentante della Casa di riposo. La struttura sarà aperta tra circa 18-24 mesi e quindi ha bisogno sin da ora di organizzare le figure professionali da assumere.



Accanto al sindaco anche l’assessore Alessia Zaninello, titolare proprio della delega al lavoro, l’assessore Stefano Gazzola, il capogruppo Daniele Vallese e il consigliere Filippo Bergo per le politiche giovanili. L’amministrazione comunale, quindi, presente per annunciare che il Comune darà un contributo parziale ai propri concittadini che verranno selezionati per frequentare il corso di oss, che ha un costo di circa 1.500 euro e si terrà nella sede Enaip di Porto Viro.



Questa iniziativa di presentazione è stata molto apprezzata da tutti, in particolare dall'Università e dall’Enaip, in quanto per la prima volta un’amministrazione comunale si offre quale promotrice della frequenza ai corsi, segno di forte interesse per il lavoro e per il territorio.



“Credo sia dovere del sindaco - ha commentato Franco Vitale - e buon segno della sua politica amministrativa, appoggiare e promuovere iniziative come questa, che ho fortemente cercato e voluto. Enaip e Cur hanno dato sin da subito disponibilità per coinvolgere la nostra città e mi auguro sia un’opportunità di valore per far crescere la comunità e la professionalità dei nostri giovani e non solo. Ritengo che questa sia la via migliore, attraverso la formazione, per crescere e offrire sviluppo a Rosolina e a tutto il territorio del Delta”.



Il servizio sulla Voce del 20 luglio

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Natale con i nostri TESORI
Polesine i nostri primi 70 anni

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl