you reporter

CORONAVIRUS IN ITALIA

Mascherine e guanti: gli sciacalli hanno gonfiato i prezzi fino all’800%

Tra le regioni che hanno speso di più c'è il Veneto

Guanti usa e getta: ecco come usarli

Il commissario Domenico Arcuri le ha definite "vergognose speculazioni": i risultati dell’indagine sulla spesa sanitaria in emergenza, condotta dall’Autorità Anticorruzione, hanno disegnato uno scenario a dir poco avvilente. Il costo di visiere, mascherine, camici medici e guanti, oscilla di Regione in Regione con una differenza di valore tra il 300% e l’ 800%.

In alcune zone d’Italia si è pagato un camice da un minimo di 1,80 euro fino a un massimo di 7,90 euro, per non parlare delle mascherine FFP2, 1 euro e 33 fino a 20 euro e 28 centesimi di spesa. I prezzi più gonfiati di tutti sono stati quelli dei guanti con un picco raggiunto del 4250%. Vere e proprie truffe, opera di sciacallaggio di chi ha visto nella pandemia una buona occasione di guadagno extra.

Tra le Regioni che, in valore assoluto, hanno messo più mano al portafogli per le spese di emergenza sanitaria, sono state Lombardia, Toscana, Emilia Romagna e Veneto. Insieme hanno costituito un terzo della spesa complessiva nazionale.

Per quanto riguarda la spesa pro capite a vincere invece è la Toscana con 101 euro a residente. Il doppio del Piemonte. A salire sul podio della spesa per contagiato la Campania: oltre 76mila euro totali, 15 volte quella della Lombardia.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl