you reporter

CARABINIERI

Derubano una anziana invalida: prese una 19enne e una 16enne

Brillante indagine degli investigatori di Castelmassa, arrestata in flagranza

Derubano una anziana invalida: prese una 19enne e una 16enne

Uno di quei casi nei quali una tempestiva segnalazione da parte dei cittadini, unita alla prontezza di intervento e alla professionalità dei carabinieri, consente di stroncare sul nascere fenomeni criminali. Una brillante indagine dei carabinieri della Compagnia di Castelmassa, che ha consentito di individuare una 19enne che si sarebbe resa responsabile di reati particolarmente odiosi, come i furti con strappo ai danni di anziani. Con lei, avrebbe agito una 16enne.


Una risposta a questo fenomeno, davvero di elevata professionalità, quella dei militari altopolesani, come è stata definita dai vertici dell'Arma del comando provinciale di Rovigo, che hanno illustrato l’importante risultato conseguito.

Tutto - secondo questa ricostruzioni dei fatti - comincia domenica 4 ottobre, quando al 112 arriva la chiamata che segnala due donne vicino a un anziano, con atteggiamento insistente. L’impressione di chi chiama, che poi si rivelerà fondata, è che non siano lì unicamente per parlare, ma che lo abbiamo preso di mira, verosimilmente per derubarlo.

Immediata l'attivazione dei carabinieri, che si precipitano sul posto, raccogliendo una prima descrizione delle due donne, nel frattempo allontanatesi, dopo che il loro tentativo era, per fortuna, andato a vuoto, e mettendosi immediatamente alla loro ricerca. In via Eridania, a Occhiobello, prosegue la ricostruzione degli investigatori, l'auto con le due viene individuata: a bordo, appunto, una coppia di giovani donne, che avevano appena avvicinato una anziana che stava camminando col deambulatore.

Una preda evidentemente giudicata facile e che la coppia aveva, di conseguenza, secondo gli investigatori, preso di mira.
Immediato l'intervento dei carabinieri, proprio mentre le due giovani stavano mettendo le mani al collo della donna. La catenina era stata appena portata via e caduta a terra. A quel punto, iniziano gli accertamenti sulla coppia trovata "al lavoro" in quella maniera.

La 19enne, all'esito dell'intervento dei carabinieri, risulterebbe già gravata da una precedente misura cautelare per altri episodi, sempre di questo tipo. La reiterazione, poi, avrebbe già comportato un aggravamento della misura. All'arresto in flagranza, quindi, si è sommata l'esecuzione della ordinanza di custodia cautelare. La minorenne 16enne che era con lei, invece, è stata denunciata a piede libero alla Procura presso il Tribunale dei minori.

La magistratura ha autorizzato la diffusione dell'immagine delle fattezze della maggiorenne, non le sue generalità: se qualcuno, vittima di furti di questo tipo, dovesse riconoscerla come la donna che lo ha avvicinato, è invitato a contattare i carabinieri.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl