you reporter

CORONAVIRUS IN VENETO

Trovata la variante inglese in Veneto. "Ma esiste anche una variante veneta, contagiosissima"

L'annuncio degli studiosi: con la sequenziazione del virus trovati tre casi di coronavirus inglese ma anche varianti che si riscontrano solo in Veneto ad alta contagiosità

Trovata la variante inglese in Veneto. "Ma esiste anche una variante veneta, contagiosissima"

26/12/2020 - 13:07

La dottoressa Antonia Ricci, direttore Istituto zooprofilattico delle Venezie, oggi ospite della conferenza stampa di Luca Zaia spiega l'annuncio del Governatore, ovvero: "Abbiamo trovato il virus inglese in Veneto".

"La vigilia di Natale gli studiosi e i ricercatori hanno lavorato e scoperto che la variante inglese è presente anche nella nostra regione. Il lavoro di oggi è il risultato di un progetto della Regione che ha l'obiettivo di sequenziare il virus trovato in Veneto - ha spiegato la dottoressa Ricci - seguiamo il virus in corso di epidemia. I primissimi risultati dello studio sono stati presentati in diretta: ci sono 37 virus isolati in Veneto a Novembre, in questi abbiamo 8 diverse varianti del Sars Covid 2, non la variante inglese in quel mese, ma alcune mutazioni che abbiamo riscontrato sono presenti solo sul nostro territorio. In questi ultimi giorni abbiamo avuto 5 campioni da pazienti che avevano collegamenti con il Regno Unito, quindi sospetti di essere portatori di questa variante. Due soggetti a Treviso e uno a Vicenza sono stati trovati positivi alla variante inglese. Stiamo avendo a che fare, oggi, con tipi di virus completamente diversi rispetto a questa estate: hanno una mutazione che lo rendono più contagioso, quello della variante inglese, inoltre, come detto, in Veneto abbiamo trovato singole varianti caratterizzate da alta contagiosità. Dovremo approfondire meglio queste varianti "territoriali". Il virus di questa estate non è collegato alla seconda ondata, secondo i primi riscontri".

"E' importante caratterizzare questi virus per seguirne l'andamento, noi abbiamo questo obiettivo, per capire l'andamento dell'epidemia e mettere in campo azioni efficaci. E' fondamentale mettere a disposizione di tutti le informazioni scientifiche sulle varianti, non tenerle nel cassetto". 

Il dottor Luciano Flor, attuale Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera di Padova, nuovo Direttore Generale della Sanità della Regione Veneto spiega: "Si tratta di un virus diverso, ecco perché oggi abbiamo pochi casi nelle terapie intensive, e questa risposta l'abbiamo grazie agli studi che abbiamo fatto. Sappiamo che questa ondata è particolarmente epidemica, possiamo adottare varie misure, la quarantena o gli studi sofisticati come questo, ma nulla può sostituire il comportamento individuale che deve essere rigoroso".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl