you reporter

ROVIGO

Ennesimo assalto incendiario del folle all'isola ecologica

Nuovamente presi di mira i cassonetti di via Campo

Torna il piromane di San Pio: quartiere ostaggio di un pazzo

Quel che resta dei cassonetti dopo un assalto incendiario

Ancora un assalto incendiario, nella notte tra il 21 e il 22 gennaio, all'isola ecologica di via Alessandro Campo, a San Pio X. Un fenomeno allarmante e inspiegabile che ormai da mesi vede un ignoto piromane tenere in scacco tutti, senza che, almeno al momento, sia possibile in alcun modo fermarlo.

Era accaduto, in precedenza, già nella notte tra il 12 e il 13 novembre. Prima ancora, in quella tra il 17 e il 18 ottobre, quindi in quella tra l'11 e il 12 settembre e in quella tra il 22 e il 23 agosto. Come si vede, una media ormai consolidata. E non è finita qui, dal momento che gli incendi sono ben più di quelli citati. I residenti non ne possono più. Comprensibilmente, visto che nessuno si sentirebbe al sicuro con un pazzo che gioca col fuoco sotto casa. E' esattamente quello che succede.

A oggi, sono stati fatti vari tentativi, compreso quello di spostare di alcuni metri l'isola ecologica. Nulla da fare: lui la incendia comunque. E alla paura si aggiungono i costi: ogni sostituzione di cassonetti grava sulle tasche di tutti i rodigini per circa 2mila euro. Non proprio pochi, visto che, mediamente, al cassonetto incendiato si aggiunge quello a fianco, che rimane immancabilmente semi fuso e inutilizzabile. Senza contare, poi, la mobilitazione che, a ogni incendio, necessariamente scatta, con i vigili del fuoco che accorrono prontamente per spegnere le fiamme. La fine di questa stramba - ma per nulla ridicola, anzi, serissima - storia, ancora non si vede.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl