you reporter

CORONAVIRUS IN POLESINE

"La variante inglese è in circolo: più contagiosa, ma non più pericolosa"

L'analisi del direttore generale dell'Ulss 5 Antonio Compostella

compostella 2

Il direttore generale dell'Ulss 5 Antonio Compostella

16/02/2021 - 12:05

"La variante inglese è stabilmente qui e si sta diffondendo". Questa l'analisi diffusa dal direttore generale dell'Ulss 5 Antonio Compostella, senza alcun allarmismo, ma con una serena valutazione della situazione. "La sua presenza è ormai stata riscontrata in Polesine - conferma Compostella - Importante precisare come stiamo sempre parlando del medesimo virus, ma con alcune modificazioni che lo rendono maggiormente trasmissibile, quindi maggiormente contagioso. In generale, però, non è più aggressivo, dal punto di vista degli esiti clinici".

"Questa maggiore contagiosità - prosegue la spiegazione - fa in modo che possa attecchire con maggiore facilità anche tra i giovani. Se, come è avvenuto, abbiamo trovato cinque persone che presentavano questa variante senza contatti tra loro, significa che non siamo in presenza di un focolaio; per contro, però, questa evenienza ci dice che la variante inglese sta circolando nel territorio. Difficile dire da quanto tempo questo stia avvenendo. Presumiamo che abbia fatto la propria comparsa in Polesine alla fine di gennaio".

"Sul fronte dell'andamento del contagio - prosegue - la curva pare assestarsi nuovamente: oggi abbiamo 17 nuove positività e una incidenza al 2,96%, ossia sotto al 3%. La considero una tregua, dal momento che non abbiamo messo all'angolo il coronavirus. Siamo ancora ben lontani dall'averlo debellato". I guariti sono 11 nelle ultime 24 ore e si registra, purtroppo, un altro decesso.

"E' importante evitare situazioni di assembramenti e rispettare le regole, per consentire a questa tregua di durare il più possibile - prosegue il numero uno dell'azienda sanitaria in Polesine - dal momento che mantenere la tregua è importante per mantenere la qualità della vita sociale, ma anche economica. Si parla molto della possibilità e della opportunità di introdurre nuovi lockdown: questo è il loro lavoro, noi, da parte nostra, possiamo cercare di rispettare alcune semplici regole che, da sole, possono fare molto appunto per mantenere la tregua".

Ricoveri. La riduzione dei contagi si riflette anche sul numero di ricoveri. A oggi ci sono 65 ricoverati complessivi, 8 in Malattie infettive a Rovigo, 1 in Rianimazione a Rovigo, 1 in Psichiatria ad Adria, 47 in Area medica e semintensiva a Trecenta e 8 in Terapia intensiva a Trecenta. "65 è ancora un numero significativo - prosegue Compostella - quindi, per il momento, Trecenta rimane ospedale Covid, mentre su Rovigo e Adria, grazie anche alla riduzione di ricoveri, si sta mantenendo l'attività chirurgica ordinaria".

Case di riposo ed Rsa. "Ottime notizie - annuncia il direttore generale Compostella - Finalmente oggi abbiamo zero positività pe tutti gli operatori delle Case di riposo, mentre, sul fronte degli ospiti, ne abbiamo ancora 14, residuali, di vecchia data e in via di negativizzazione". In tutte le case di riposo, inoltre, è stata completata la procedura di immunizzazione di tutto il personale e di tutti gli ospiti, ovviamente con la esclusione di coloro che erano positivi al momento programmato per la vaccinazione. Tutte posizioni che verranno ovviamente recuperate non appena possibile.

Vaccini. La campagna prosegue, ma sempre con le incertezze legate all'effettivo arrivo delle dosi. "Non sappiamo quando la situazione cambierà - dice ancora Compostella - a livello regionale ci dicono che le cose dovrebbero migliorare a breve, ma, nonostante tutti i grandi sforzi della Regione, al momento non abbiamo certezze".

E' partita, inoltre, lunedì 15 febbraio la campagna di vaccinazione di massa della popolazione. "Siamo sull'ordine dei 250 vaccini al giorno - prosegue la spiegazione del direttore - sempre alla luce del numero dei vaccini disponibili. Anche perché per ogni dose inoculata, conserviamo il richiamo".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl