you reporter

la promessa

La nostra sanità si può salvare: "Cambieremo le schede"

I sindaci chiedono all'assessore regionale Cristiano Corazzari di farsi portavoce delle istanze del Polesine. E lui accoglie la sfida

Chiamati a raccolta dal presidente della Provincia Ivan Dall'Ara, alla presenza del direttore generale dell'Ulss 5 Polesana Antonio Compostella, i sindaci del Polesine, rappresentati da Omar Barbierato e Antonio Laruccia, sindaci dei comuni che ospitano rispettivamente i presidi ospedalieri di Adria e Trecenta, e dal presidente della conferenza dei sindaci Franco Vitale (sindaco di Rosolina), hanno chiesto all'assessore regionale polesano Cristiano Corazzari, di intercedere per il nostro territorio e salvare la nostra sanità. 

Sanità che, come spiegano i sindaci presenti, "con queste schede ci stanno portando via". 

"Anche le province sono state ascoltate in audizione in Quinta commissione sanità della Regione - spiega Ivan Dall'Ara - e la prossima settimana saranno chiamate a fare sintesi delle varie richieste del territorio. Ho ritenuto importante invitare anche l'assessore Corazzari, come rappresentante autorevole della nostra terra perché possa raccogliere le richieste del territorio e rappresentarle in Regione".

Il direttore generale dell'Ulss polesana, così come, dopo di lui, il presidente della conferenza dei sindaci, Franco Vitale, hanno ripetuto le richieste fatte alla Regione durante le audizioni. Richieste che altro non sono che la sintesi della discussione emersa durante l'incontro tra tutti i sindaci polesani. Richieste che si concentrano soprattutto sul ripristino di alcune apicalità e posti letto ad Adria, ospedale maggiormente colpito dai tagli previsti dalle schede ospedaliere. 

A seguire, hanno rappresentato le criticità della sanità nei loro territori i sindaci di Adria, Omar Barbierato e Trecenta, Antonio Laruccia.

E l'assessore regionale Cristiano Corazzari non si è tirato indietro e ha accolto la sfida: "Sono sicuro che la Regione accoglierà le richieste del Polesine e me ne farò portavoce. Le schede erano una bozza che ora dovrà ripassare in giunta. Sono certo che qualcosa, soprattutto per quanto riguarda Adria, cambierà".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl