you reporter

tragedia a melara

Schiacciato e ucciso dal bancale. "Addio Arben, eri buonissimo"

A perdere la vita, nella vetreria di Melara, un operaio residente a Castelmassa di origini albanesi. Aveva 53 anni

E' morto schiacciato da un bancale pieno di vetro, che è caduto. Questa la prima ricostruzione della tragedia che si è portata via, verso le 14 di venerdì 14 giugno, Arben Rushitaj, 53 anni, cittadino albanese, residente a Castelmassa. Era un operaio specializzato nelle pulizie, che lavorava all'interno del magazzino di stoccaggio di materiali della vetreria Bormioli Pharma spa (LEGGI ARTICOLO).

Uno stabilimento non distante da quello principale, nella confinante Bergantino, dove vengono effettuale le lavorazioni vere e proprie. Sul posto sono intervenuti personale dei vigili del fuoco di Castelmassa, il personale del Suem 118 Rovigo, lo Spisal di Rovigo e i carabinieri di Castelmassa. Purtroppo, è immediatamente risultato chiaro come fosse ormai impossibile salvare il 53enne.

"I suoi colleghi me lo hanno descritto come una persona molto buona e molto disponibile una persona che le due ore che trascorreva lì svolgeva il suo lavoro con grande passione - ha commentato il sindaco di Melara, Anna Marchesini - La cosa che sconvolge sempre è che si debba perdere la vita quando si lavora".

Informata dell'accaduto anche la Procura, che ha disposto l'ispezione esterna sulla salma dello sfortunato lavoratore. Al momento, non paiono esserci dubbi sulla causa della morte.

"In riferimento all’incidente sul lavoro avvenuto oggi a Melara, Rovigo, Bormioli Pharma - spiega la nota delle vetrerie - desidera esprimere il proprio profondo cordoglio e dolore per quanto avvenuto. L'incidente, che ha provocato la morte di un dipendente della società appaltatrice dei servizi di pulizia C.S.A., è avvenuto in uno dei magazzini gestiti dalla società Cal che movimenta i prodotti di Bormioli Pharma. In questo momento Bormioli Pharma sta attivamente collaborando con le autorità competenti per fare piena chiarezza sull’accaduto".

Immediato anche l'intervento dei sindacati. “Ancora un incidente mortale sul lavoro - spiega la nota - Quanto accaduto oggi a Melara è un tragico esempio delle conseguenze che le nuove regole sui subappalti potrebbero avere anche in tema di sicurezza”. Lo affermano Francesca Pizzo, dell’Ust Cisl Padova Rovigo, Pieralberto Colombo, della Cgil Rovigo e Riccardo Dal Lago, della Uil Padova Rovigo.

“Le cause dell’incidente sono ancora in fase di accertamento – dicono i sindacalisti – ma anche se si potesse parlare di fatalità, quanto accaduto pone ancora di più l’accento sulla preoccupazione di Cgil, Cisl e Uil sulla questione dei subappalti, che il decreto sblocca cantieri intende innalzare al 40% dell’attività dell’azienda, con gravi conseguenze per la sicurezza dei lavoratori. Ad aumentare i rischi, nell’ambito dello stesso decreto, anche il capitolo sul minor prezzo per i piccoli appalti, che porta come conseguenza un abbassamento della qualità dell’offerta, sempre a scapito dei lavoratori. Si impone una riflessione approfondita sul continuo ricorso all’esternalizzazione da parte delle imprese più grosse. Più si allunga la filiera e meno attenzione c’è per la sicurezza e per la formazione”.

Cgil, Cisl e Uil sottolineano inoltre che da tempo a Rovigo non si riunisce il tavolo di monitoraggio sulle cooperative in seno all’Ispettorato Territoriale del Lavoro. “Era questo un momento importante di confronto – dicono Pizzo, Colombo e Dal Lago – per le organizzazioni sindacali e le associazioni datoriali su tutte quelle situazioni che sul territorio potevano rappresentare un campanello d’allarme. Dopo quanto accaduto, è ancora più urgente l’apertura di un tavolo che affronti non soltanto temi strettamente e direttamente legati alla sicurezza, ma promuova azioni utili alla definizione di un protocollo che permetta di agire in anticipo rispetto alle logiche degli appalti e di intervenire prima della fase dell’aggiudicazione”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl