you reporter

MELARA

Morte nel magazzino, si parte con le indagini

Carte in Procura per il tremendo infortunio sul lavoro che, nel primo pomeriggio di venerdì, si è portato via Arben Rushitaj, 53 anni

Morte nel magazzino, si parte con le indagini

Sono arrivate in Procura a Rovigo le prime informative sul tremendo infortunio sul lavoro che, nel primo pomeriggio di venerdì, si è portato via Arben Rushitaj, 53 anni, cittadino albanese, residente a Castelmassa. Era un operaio specializzato nelle pulizie, che lavorava all'interno del magazzino di stoccaggio di materiali della vetreria Bormioli Pharma spa.

Secondo i primi riscontri, raccolti sul posto dal personale dei carabinieri e dello Spisal, l’ufficio dell’Ulss 5 che si occupa di sicurezza sul lavoro, lo sfortunato 53enne sarebbe stato schiacciato da un bancale, carico di vetri per le lavorazioni. Il magazzino, infatti, serve di supporto per l’attività delle vetrerie Bormioli vere e proprie, che sorgono nella vicina Bergantino, a poche centinaia di metri di distanza.

Ancora in fase di ricostruzione la dinamica che avrebbe portato alla caduta. A quanto emerge dalle prime informazioni, il magazzino sarebbe preso in affitto da Bormioli, ma referente per la sua gestione sarebbe un gruppo di Milano. Il lavoratore che ha perso la vita, invece, sarebbe dipendente di una cooperativa. Starà alla Procura, ora, vedere su quale di queste figure accentrare la propria attenzione, per una eventuale iscrizione sul registro degli indagati. Allo stato, la posizione di Bormioli, comunque, appare decisamente estranea all’accaduto.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Turatti Group
Speciali: Sagra del pesce di Chioggia

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl