you reporter

REGIONE DEL VENETO

Droga nei centri d'accoglienza. "Poi dicono che abbiamo pregiudizi noi"

Il plauso del presidente della Regione, Luca Zaia all'operazione di Polizia scattata nel veneziano

Droga nei centri d'accoglienza. "Poi dicono che abbiamo pregiudizi noi"

Foto d'archivio

“Che si debbano fare i controlli nei centri di accoglienza lo sosteniamo da anni. E da anni siamo accusati di pregiudizio nei confronti degli extracomunitari e di eccedere nella diffidenza ai limiti della persecuzione. Ora che ai centri di Malcontenta le Forze dell’ordine hanno trovato droga posso dire ancora una volta che la legalità deve essere rispettata da tutti e ribadire che simili verifiche sono necessarie. Chi si comporta secondo la legge non ha nulla da temere”. Così il Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia commenta il ritrovamento di sostanze stupefacenti nei centri di accoglienza nel Veneziano durante un’operazione svolta dalla Polizia.

 “Si coglie che il clima è cambiato e che c’è una maggior attenzione a livello centrale verso sicurezza dei cittadini e del territorio. È chiaro che simili operazioni di polizia non sono una persecuzione per nessuno – prosegue il Governatore – ma sono uno degli strumenti che ci consentono di individuare coloro che non hanno nessun interesse a vivere secondo le nostre leggi e arrivano nella nostra terra con intenzioni illegali e criminose. Solo i delinquenti hanno da preoccuparsi. Ringrazio ancora una volta le forze dell’ordine che si impegnano continuamente per la sicurezza della nostra regione”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: Teatro Sociale di Rovigo
speciali: Camera di Commercio e Cna: un mondo di opportunità per le imprese

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl