you reporter

VILLADOSE

“Odori? I cittadini stiano tranquilli”

L’assessore Novo attacca il comitato Terre Nostre: “Diffonde notizie false, è in campagna elettorale”

“Odori? I cittadini stiano tranquilli”

Il sindaco di Villadose, Gino Alessio ha voluto ritornare a parlare della questione cattivi odori. “La situazione, socialmente, è particolarmente agitata da notizie false come quella riguardante l’inceneritore di pollina che non esiste” commenta amaro nel suo ufficio. “Voglio chiarire che l’amministrazione lavora con Provincia e Acquevenete per risolvere la questione cattivi odori dovuta, presumibilmente, all’aumento della portata del materiale che arriva al depuratore - le parole di Alessio - la rete fognaria è sempre quella degli anni ’70 inoltre vorrei ricordare che i lavori svolti recentemente sulla regionale 443 ne hanno riguardato la manutenzione, ma la rete idrica non è stata modificata. Tra il 26 e il 27 agosto poi il depuratore è andato in tilt, sono state effettuate le analisi attraverso il campione posizionato nel pozzetto d’ingresso per poter verificare la qualità dell’acqua che vi transita”.

Alessio ricorda come già nel 2018 l’amministrazione comunale si era attivata per il riordino massiccio, insieme ad Arpav e Acquevenete, di tutte le attività delle fognature. “Abbiamo alcune difformità - prosegue il sindaco - attendiamo le analisi del depuratore di via Andreotti. Voglio rassicurare i cittadini che non esiste pericolo per la salute pubblica, gli odori percepiti fino a qui dovrebbero via via scomparire”. “Martedì prossimo si aprirà il tavolo ambientale, e devo dire che sono deluso dalla decisione di diffondere notizie sull’insediamento di biometano che si trova ancora ad uno stadio embrionale - si rammarica Alessio - mi auguro, invece, che ci sia voglia di trovare le soluzioni insieme lasciando fuori inutile acredine di questi giorni. Aggiungo che lunedì 16 settembre ci sarà l’incontro tra gli enti per valutare la situazione, trovare le responsabilità anche se non penso che riusciremo ad individuarle tutte. Le aziende del territorio sono collaborative tanto che Fresenius ha in progetto una linea fognaria dedicata che verrebbe realizzata a proprie spese. Sono grato ai cittadini che hanno segnalato il problema, mi danno fastidio alcuni altri atteggiamenti”.

“Oggi il problema è a 60 metri dal centro abitato - conclude il sindaco - ci sono strumenti nuovi e abbiamo chiesto un presidio anche notturno delle forze dell’ordine per monitorare che non avvengano versamenti non consentiti, stiamo lavorando per arrivare alla soluzione”. L’assessore all’ambiente, Vittorio Novo, è intervenuto per commentare le azioni del comitato Terre Nostre. “Qualsiasi cosa avvenga a Villadose la prima persona che ne viene a conoscenza è il sindaco che avverte gli enti preposti, e non Terre Nostre - puntualizza Novo - ultimamente mi pare che questo comitato diffonda notizie che procurano falsi allarmi, fake news come l’allevamento dei visoni nel 2016 e il conseguente incendio che avrebbe arrecato ulteriore inquinamento; l’inquinamento dello scolo Valdentro a Villadose mentre il problema era un’alga, rinvenuta anche ad Adria. Con questa emergenza del Comitato siamo entrati dritti nella campagna elettorale 2020”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: 354ª Fiera di Lendinara
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl