you reporter

ROSOLINA

Nas, vigili e Ulss, blitz in ristoranti e villaggi

Verifiche in corso, in un caso emergono contestazioni relative ai menù

Tamponamento a catena in Romea

Patrizio Targa, comandante della polizia locale di Rosolina

Prosegue incessante l'attività di controllo della Polizia locale di Rosolina, finalizzata al rispetto delle norme in materia di pubblici esercizi, attività commerciali, locazioni turistiche e commercio in genere. È un bilancio, quello dell'estate, per il personale di Rosolina, guidato dal comandante Patrizio Targa.

"Il personale - spiega la nota stampa - ha posto in essere una serie di iniziative finalizzate al contrasto del commercio abusivo, alla produzione illegale di merci, alla concorrenza sleale nei confronti dei commercianti regolari, alle norme generali in materia di pubblici esercizi, alla gestione delle locazioni turistiche. In particolare sono stati predisposti dei servizi in borghese mirati al sequestro penale di materiale contraffatto oltre al sequestro amministrativo finalizzato alla confisca della mercanzia contenuta in sacchi di plastica, borsoni od altri analoghi contenitori trasportati, senza giustificato motivo, in applicazione della norma penale e amministrativa vigente".

"Le attività di controllo e prevenzione messe in atto erano mirate a monitorare le vie che conducono agli accessi al mare, a cui si sono aggiunti i servizi mirati sull'arenile con personale in borghese grazie anche all'attuazione del progetto 'Spiagge Sicure'. I controlli, oltre che sull'arenile, sono stati estesi anche nelle ore serali durante le numerose manifestazioni pubbliche che si sono tenute soprattutto nel mese di agosto - spiega Patrizio Targa, comandante della polizia Locale - In  particolare, poi, sono state le strategie messe in campo dal comando continuamente diversificate e innovate, negli orari (gli abusivi si muovono molto presto al mattino), nei luoghi (ora si muovono molto meno in auto e tendono a nascondere la merce nei luoghi più impensabili, anziché trasportarla).  Abbiamo poi accertato come gli abusivi cambiassero continuamente il luoghi di ritrovo, iniziando anche a mettere dei 'pali"' non solo negli accessi, ma anche in strada".

"Il contrasto al commercio abusivo è per il Comando uno degli obiettivi principali, i numeri che riassumiamo parlano chiaro, infatti sono state inflitte sanzioni pari a 30.984 euro; sequestrati n. 808 oggetti perché posti in vendita abusivamente".

"L'attività di controllo della polizia Locale ha interessato anche gli esercizi pubblici. Infatti, unitamente a militari del Nas di Padova, il personale ha eseguito vari accessi e controlli. L'attività si è estesa sia alle violazioni di natura amministrativa che penale, quali la verifica delle autorizzazioni rilasciate ai gestori dei locali, i concertini con karaoke, la somministrazione di bevande alcoliche ai minori nonché i comportamenti molesti da parte di persone in stato d'ubriachezza, all'osservanza delle norme igienico-sanitarie dei locali, al rispetto egli orari dell'attività, nonché i menù messi a disposizione dei clienti, con l'elenco delle consumazioni e dei prezzi praticati con l'indicazione degli alimenti non freschi, surgelati e congelati. Infatti per la mancata esposizione del menù munito delle indicazioni prima citate è stato sanzionato un noto ristorante.             Altra ispezione eseguita sempre con il Nas di Padova e personale ispettivo dell'Ulss n. 5 di Rovigo, ha interessato un importante villaggio di Rosolina Mare che tutt'ora sono in corso delle verifiche".

                       

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: 354ª Fiera di Lendinara
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl