you reporter

TRIBUNALE

Ubriaco, sfascia a calci l'auto dei carabinieri

Giovane marocchino arrestato e condannato, dopo la richiesta di aiuto del personale del bar

Ubriaco, sfascia a calci l'auto dei carabinieri

Era stato arrestato a luglio scorso, al termine di una serata sopra le righe nella quale avrebbe avuto una parte assolutamente non secondaria l’alcool. Nella mattinata di ieri, per il giovane marocchino senza fissa dimora, di 34 anni, è arrivata la sentenza di primo grado, nel processo che lo vedeva imputato per violenza e resistenza a pubblico ufficiale, oltre che per danneggiamento. Danneggiamento, in particolare, della vettura dei carabinieri, accorsi per calmarlo. Il giovane, infatti, avrebbe preso a calci la macchina di servizio dei militari.

L’intervento di questi, infatti, era stato richiesto dal personale di un bar di Sant’Apollinare, che aveva a che fare, secondo questa ricostruzione dei fatti, con una persona in evidente stato di ebbrezza. Il 34enne, però, avrebbe reagito molto male all’arrivo dei carabinieri, prima spingendoli per cercare di evitare il controllo, quindi scagliandosi con rabbia contro la loro vettura, cominciando a prenderla a calci.

Un comportamento che gli aveva fruttato l’arresto. Nella mattinata di ieri, la conclusione di quella vicenda, trattata con un processo per direttissima, a seguito dell’arresto in flagranza di reato che era arrivato ai suoi danni. Difeso dall’avvocato Nicola Buoso, ha incassato una condanna a dieci mesi. Una decisione, da parte del giudice, che sarà comunque passibile di appello, con la conseguente instaurazione di un processo di secondo grado nel quale la difesa potrebbe cercare di ottenere una sentenza più mite, se non l’assoluzione.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: 354ª Fiera di Lendinara
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl