you reporter

La conta dei danni a Porto Tolle

Il sindaco: avviata la richiesta per lo stato di calamità

In Comune fa il punto della situazione dopo la devastazione della notte

Il sindaco: avviata la richiesta per lo stato di calamità

La prima conta dei danni, avviata la richiesta dello stato di calamità. Nel Comune di Porto Tolle il sindaco Pizzoli, i rappresentanti del mondo della pesca, l'assessore regionale Colrazzari hanno fatto il punto su quanto avvenuto nella notte, con il maltempo e le mareggiate che hanno distrutto gran parte di capanni e attrezzature da pesca.

Il sindaco ha anche annunciato che "oggi la pesca è ferma. Molti pescatori hanno perso attrezzature e barche. Siamo tutti amareggiati perché è la terza volta che succede in poco tempo. Avviata la pratica per il riconoscimento dello stato di calamità".

Il Presidente della Provincia Ivan Dall’Ara all’estero per motivi familiari, appresa la notizia del disastro che ha colpito le genti del Delta ed in particolare le strutture dedite alla pesca, si è subito messo in contatto con i sindaci del Delta ed in particolare con il sindaco di Porto Tolle, dove oltre a manifestare la propria solidarietà e vicinanza si è reso disponibile anche a nome del consiglio provinciale ad intraprendere insieme tutte le iniziative politiche ed amministrative per cercare di riportare la normalità nelle zone disastrate.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl