you reporter

ROVIGO

Perde il telefono, accusa di rapina due neri a caso

Clamoroso episodio, denunciata la ragazzina

Carabiniere modello costretto a difendersi al Tar

Si sarebbe inventata tutto. Una vicenda incredibile: una città mobilitata per l'allarme sicurezza, le forze dell'ordine al lavoro, per una ragazzina che, secondo i primi riscontri, si sarebbe inventata appunto tutto, accusando due nigeriani a caso - due "neri" - di rapina, laddove aveva perso, da sola, il cellulare. E' questa la verità che i carabinieri di Rovigo ritengono di avere portato alla luce, dopo tutte le indagini del caso. Un clamoroso sviluppo, dopo che una giovane rodigina aveva presentato denuncia ai carabinieri, raccontando di essere stata minacciata e rapinata, verso le tre della notte, all'esterno del Multipiano di Rovigo (LEGGI ARTICOLO) da due nigeriani, che le avrebbero portato via il cellulare e 40 euro circa.

Un caso che aveva suscitato una ventata di polemiche e di allarme sociale in città, mentre il sindaco invitava alla calma e a non farsi prendere da quello che lui stesso aveva definito, evidentemente non a caso, il "gioco della paura". In realtà, sarebbe tutto molto semplice, come sarebbe emerso, dopo la visione delle videoriprese delle telecamere presenti in zona, oltre che dall'audizione dei diretti interessati, da parte dei carabinieri.

Non ci sarebbe stata alcuna rapina. La giovane avrebbe smarrito il cellulare, del valore di oltre 1000 euro, nel corso della serata, ben prima di arrivare nel luogo dove aveva indicato di essere stata rapinata. Per non dirlo alla madre, visto il valore dell'apparecchio - si parla di un Samsung di ultima generazione  - avrebbe pensato bene di inventarsi una storia che ha comprensibilmente scosso la madre, che l'ha portata a fare denuncia. A quel punto, il castello sarebbe crollato: troppe incongruenze.

Un gesto, verosimilmente, pensato e attuato senza pensare alle conseguenze, senza volere nuocere a nessuno. Ma che ben avrebbe potuto farlo. In questi giorni, infatti, l'allarme sociale è schizzato alle stelle, con i social invasi da commenti per nulla benevoli nei confronti di stranieri. Nessuno, per fortuna, è passato dalle parole ai fatti. Quanto accaduto, però, dovrebbe fare riflettere profondamente, come dovrebbe farlo il fatto che, quasi in automatico, a quanto emerge dall'indagine, un colpevole plausibile sia stato individuato "nel nero".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 6
  • Nik12

    09 Gennaio 2020 - 13:01

    Perché i genitori comprano cellulari da più 1000 € ai figli? Prima di prendere pensate genitori

    Rispondi

  • Malizioso Troll

    Malizioso Troll

    09 Gennaio 2020 - 16:04

    E ora Nokia 3310 prima serie fino a quando non si trova un lavoro e può comprarselo con i propri soldi.

    Rispondi

Mostra più commenti

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl