you reporter

POLITICA

Il Pd sceglie la strada del reggente

Patrizio Bernardinello ora dovrà nominare un direttorio dem per arrivare al congresso

Bernardinello incontra Gaffeo, potrebbe essere il prossimo assessore al commercio

Il Pd resta unito, e condivide la linea per arrivare al prossimo congresso provinciale, che dovrebbe essere organizzato tra il febbraio e la primavera 2021.

A guidare il partito fino ad allora sarà il reggente Patrizio Bernardinello, che come prima cosa dovrà nominare un comitato per la gestione del Pd fino al congresso, una sorta di comitato di saggi o direttorio per evitare quelle spaccature paventate fino all'altro giorno, legate alle diverse correnti dei dem polesani, e che, almeno per ora, rimangono sotto traccia.

Le dimissioni del segretario provinciale Giuseppe Traniello Gradassi sono così state accolte, o meglio più che di dimissioni si tratta di una messa a disposizione della carica (annunciata dopo la nomina alla presidenza di Asm spa), accolta dall'assemblea di giovedì sera. Ora la gestione politica del partito è affidata al reggente Bernardinello e successivamente al "gruppo di saggi".

Non si è verificata, quindi, la spallata che qualcuno aveva pensato di assestare, per portare Angelo Zanellato immediatamente alla segreteria. L'assemblea ha scelto un percorso unitario, anche se le divisioni fra le varie anime dem restano in piedi. Le polemiche erano scoppiate anche per la convocazione stessa dell'assemblea, svolta in forma digitale. Alla riunione on line hanno partecipato 35 componenti dell'assemblea Pd su una cinquantina di componenti. 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl