you reporter

LA PARTITA DEL CUORE

Rovigo protagonista della prima partita ufficiale e benefica della Nazionale Italiana Infermieri

Convocati Michele Busatto, Simone Ceccarello, Nicola Dall’Ara, Gianmarco Dolcetto e Lorenzo Libanori. "E' stata una grande emozione"

03/09/2021 - 14:34

Lunedì 30 agosto allo stadio “Emanuele Faralli” di Castiglion Fiorentino si è disputata “Match For Life”, una partita di calcio di solidarietà, durante la quale si sono sfidate la neonata Nazionale Italiana Infermieri, formata da infermieri provenienti da varie province italiane, e la Selezione Meoni, composta da sportivi e personaggi dello spettacolo, quali DJ Ringo, Fabio Galante, Davide Moscardelli, Horacio Erpen, Ivan Basso e Davide Cassani. Il match ha inaugurato il XXV Premio Internazionale Fair Play Menarini ed è stato il primo impegno della squadra infermieristica guidata dal commissario tecnico Sinisa Mihajlovic.

Quattro sono stati gli infermieri iscritti all’Ordine delle Professioni Infermieristiche della Provincia di Rovigo convocati in Nazionale: Michele Busatto, Simone Ceccarello, Nicola Dall’Ara e Gianmarco Dolcetto, accompagnati da un altro infermiere rodigino, Lorenzo Libanori. 

“È stata una grande emozione per tutti gli infermieri presenti – ha commentato Lorenzo Libanori – perché la Selezione Meoni era formata da personaggi illustri del mondo dello sport e dello spettacolo e perché abbiamo messo in campo la stessa motivazione che ci contraddistingue quotidianamente nel lavoro anche a sostegno della Fondazione Meoni. Ciò che facciamo e viviamo ogni giorno come professionisti è importante, ma in questa occasione traspariva nel volto di ogni partecipante, personaggio famoso o infermiere, la gioia di fare qualcosa per gli altri divertendosi nel gioco del calcio”.

Entusiasmo per l’iniziativa è stato condiviso anche dall’infermiere Michele Busatto. “Ho giocato parecchi anni a calcio, militando tra serie D ed eccellenza ed è stato molto emozionante poter partecipare ad un evento storico come l’esordio della Nazionale Infermieri, giocando con ex campioni in un match di beneficenza”.

Soddisfazione per le molteplici convocazioni, che hanno reso Rovigo la delegazione più numerosa, è stata espressa anche dal Presidente dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Rovigo, Denis Piombo. “Ringrazio personalmente tutti i colleghi iscritti al nostro OPI che hanno aderito all’iniziativa rendendo onore al nostro territorio e alla professione. Ringrazio, inoltre, la Federazione Nazionale per la realizzazione di questo progetto che coniuga i principi dello sport e della solidarietà”.

 

 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl