you reporter

ADRIA

“Afghanistan, preparare l’accoglienza”. L'argomento in aula consigliare

Nella mozione si "invita il sindaco e l’amministrazione ad attivarsi con la consulta del volontariato, parrocchie ed enti del terzo settore presenti sul nostro territorio affinché si avviino progettualità di aiuto per i profughi afgani"

Il sindaco Edoardo Gaffeo apre le porte ai rifugiati afghani

foto Ansa.it

23/09/2021 - 10:49

Si riunisce questa sera il consiglio comunale convocato dal presidente Francesco Bisco alle 20 nell’aula Cesare Zen di Palazzo Tassoni. L’adunanza è in presenza, ma per i consiglieri è prevista la partecipazione ai lavori anche in videoconferenza, mentre per i giornalisti sono riservati tre posti previa prenotazione alla segreteria generale entro le 12 di oggi. Ancora porte chiuse per il pubblico che può seguire il dibattito via radio o attraverso il canale Yuotube del comune. Quattro gli argomenti all’ordine del giorno. Si inizia con l’adozione del piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche P.e.b.a. così come previsto dalle recenti normative. A seguire le disposizioni per il contenimento del consumo di suolo e modifiche alla legge regionale 11 del 23 aprile 2014 “Norme per il governo del territorio e in materia di paesaggio”, approvazione variante al piano di assetto del territorio per l’adeguamento alla legge regionale 14 del 6 giugno 2017 e successive modificazioni.

Al terzo e quarto punto sono previste due mozioni: quindi presentazione, discussione e votazione della mozione “Afghanistan”, poi quella sul “Vaccino bene comune” entrambe presentate dalle liste civiche Ibc e SiamoAdria con le firme dei capigruppo Enrico Bonato e Sara Mazzucato. Nella mozione sull’Afghanistan, preso atto della situazione venutasi a creare con la presa del potere da parte dei Talebani, si “invita il sindaco e l’amministrazione tutta ad attivarsi con la consulta del volontariato, parrocchie ed enti del terzo settore presenti sul nostro territorio affinché si avviino progettualità di aiuto per i profughi afgani; chiede a sua eccellenza il prefetto che continui l'attività di coordinamento tra i comuni polesani, le autorità e gli enti del terzo settore, perché possa essere rafforzato un piano di accoglienza nel nostro territorio di profughi afgani”.

Invece nella mozione sui vaccini si legge, tra le altre cose, che “preso atto che, in risposta alla crisi globale del nuovo Coronavirus, India e Sudafrica hanno chiesto ufficialmente all'Omc di permettere a tutti i Paesi membri di non concedere brevetti o altri diritti di proprietà intellettuale in relazione al Covid-19 per tutta la durata della pandemia, fino al raggiungimento dell’immunità globale, (…) considerato che l'Italia stessa, Paese tra i più colpiti dalla pandemia, avrebbe ogni interesse nel sostenere questa proposta” si chiede che “che l’Italia e l’Europa si adoperino per sospendere gli accordi Trips, al fine di liberare il vaccino dal brevetto e renderlo davvero bene comune”.

L. I.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl