you reporter

CASTELGUGLIELMO

L'agricoltura e la passione per i cavalli: l’idea di Giulia Caniato vince gli Oscar Green

Anche in questa edizione Rovigo si è contraddistinta con un podio: Giulia Caniato, non solo ha vinto la fase regionale, ma rappresenterà il Veneto alla fase nazionale

L'agricoltura e la passione per i cavalli:  l’idea di Giulia Caniato vince gli Oscar Green

08/10/2021 - 10:28

Oscar Green 2021: è l’idea di Giulia Caniato a vincere la sfida Covid. Nella meravigliosa cornice della villa palladiana Godi Malinverni si è svolta la finale regionale dell’Oscar Green, il premio di Coldiretti rivolto ai giovani innovatori dell’agricoltura ormai giunto alla quindicesima edizione. Anche in questa edizione Rovigo si è contraddistinta con un podio: Giulia Caniato di Castelguglielmo, non solo ha vinto la fase regionale, ma rappresenterà il Veneto alla fase nazionale.

I concorrenti sono stati classificati in base alle sezioni tematiche individuate con i titoli di: Campagna Amica, Impresa digitale, Creatività, Fare Rete, Noi per il sociale e Sostenibilità e transizione ecologica. Un occhio di riguardo è stato riservato alle iniziative che durante il periodo dell’emergenza sanitaria hanno risposto con slancio riconvertendo la produzione aziendale con la sfida di arricchire ulteriormente il territorio. I candidati made in Polesine soci di Coldiretti Rovigo erano: Alberto Boccato di Ceregnano, Nicola Oselladore di Rosolina, Andrea Sponton di Rovigo, Silvia Bertazzo di Adria, Giulia Caniato di Castelguglielmo, Christian Rigolin di Fiesso Umbertiano e Marco Giacomello di Beverare.

La cerimonia è stata anticipata dal talk show moderato dalla giornalista Nicoletta Masetto sul tema “Il valore del bene terra nella transizione ecologica”. Sono intervenuti don Giorgio Bozza, docente Università teologica del Triveneto, Elena Donazzan, assessore regionale istruzione formazione e lavoro e Veronica Barbati delegata nazionale Giovani Impresa Coldiretti. Hanno portato i saluti anche il sindaco Loris Dalla Costa in apertura, il vicepresidente del consiglio regionale Nicola Finco e l’assessore Cristiano Corazzari.

L’iniziativa è stata sostenuta dal Consorzio AgriNordEst, da ForGreen (compagnia che si occupa di sviluppo sostenibile e della vendita di energia pulita), dal Gruppo Maschio Gaspardo (una multinazionale leader nella produzione di attrezzature agricole), dal Gruppo Cattolica Assicurazioni, da Sergio Bassan uno dei maggiori concessionari John Deere in Italia e da Brd Biogas Refinery Development srl di Cittadella (Padova).

Giulia Caniato, di Castelguglielmo, ha 25 anni. All’interno della categoria “Campagna Amica”, il nome dell’idea è “Il Covid non fermerà lo spettacolo della nostra vita”. Nell’azienda agricola di famiglia (Az. Agr. Giona Farm) si tramanda, da generazioni, la tradizione agricola unita alla passione per il cavallo e l’arte dello spettacolo equestre. La pandemia, però, ha totalmente stoppato l’attività dello spettacolo, sia in Italia che all’estero. L’azienda è venuta a conoscenza di un maneggio completamente chiuso all’interno di un villaggio turistico veneto; questa primavera, dopo più di 12 mesi di stop, hanno preso contatti con la proprietà e hanno iniziato a concretizzare un nuovo progetto. Hanno creato un teatro equestre per i turisti e non solo, svolgendo corsi di didattica per tutte le persone che erano desiderose di scoprire e conoscere il loro nobile compagno di vita: il cavallo. Accanto a questo, hanno anche finalmente ripreso gli spettacoli equestri. La pazienza e la tenacia sono state ricambiate: lo show finalmente continua.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl