you reporter

ROSOLINA

Concessioni demaniali, il Comune agisca

La sollecitazione dell'opposizione

Sono partiti i lavori in spiaggia. “Sarà strana, ma la stagione ci sarà”

06/12/2021 - 09:22

Il gruppo di minoranza in consiglio comunale a Rosolina, formato dai consiglieri comunali Francesco Biolcati, Tiziano Zago, Franco Vitale, Mirella Paparella, esponenti della lista civica "Tiziano Zago sindaco, continuità nel cambiamento", ha presentato una interrogazione, da trattare nel prossimo consiglio comunale, previsto nella serata di lunedì 6 dicembre, su una tematica di fondamentale importanza, per un Comune turistico qual è quello di Rosolina.

Ossia, la recente sentenza del Consiglio di Stato che ha rilevato come il meccanismo nazionale che prevede la proroga automatica delle concessioni demaniali marittime collida con la normativa europea.

"Per sfuggire al significativo impatto socio-economico che deriverebbe da una decadenza immediata e generalizzata di tutte le concessioni demaniali marittime - spiega l'interrogazione dei consiglieri - per finalità turistico-ricreative in essere, nonché il tener conto dei tempi tecnici perché le amministrazioni predispongano le procedure di gara richieste e, inoltre, nell’auspicio che il legislatore intervenga a riordinare la materia in conformità ai principi di indole europea, le concessioni demaniali per finalità turistico-ricreative già in essere continuano ad essere efficaci sino al 31 dicembre 2023, fermo restando che, oltre quesra data, anche in assenza di una disciplina legislativa, esse cesseranno di produrre effetti, nonostante qualsiasi eventuale ulteriore proroga legislativa che dovesse nel frattempo intervenire, la quale andrebbe considerata senza effetto perché in contrasto con le norme dell’ordinamento dell’Ue".

"Considerata l’importanza strategica dell’asset turistico-balneare per l’economia del Comune di Rosolina, il rapporto col territorio di chi garantisce dei considerevoli vantaggi sotto l'aspetto pubblico e che chi lavora da tanti anni sulle nostre coste ha un know how-specifico rilevante, si chiede al sindaco e all'assessore competente come l’amministrazione comunale e l’assessore al Demanio e turismo intendano affrontare la questione in oggetto e quali saranno le loro posizioni all’interno dei luoghi di discussione come la rete nazionale delle destinazioni balneari denominata G20s. Inoltre, come si intendono superare le criticità relative al rinnovo delle concessioni nei prossimi 24 mesi".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl