Cerca

LENDINARA

Centinaia per l'addio a Gabriele. "Sei stato un dono"

Una cerimonia straziante e splendida per il 27enne morto in un incidente

Sono 27 i palloncini che volano in cielo, accarezzando il campanile di Santa Sofia a Lendinara. 27 come gli anni di Gabriele Dalla Villa, di Lendinara, bianchi e rosa, come il suo colore preferito. Ad alzare gli occhi al cielo e applaudire, intorno, ci sono centinaia e centinaia di persone. E non sono che una parte di quelle che volevano bene al ragazzo, morto il 23 febbraio in un incidente stradale a Badia Polesine.

Sul sagrato del Duomo il suo trattore, sul quale amava lavorare, e sopra i palloncini, e una grande foto che lo ritrae sorridente. Mani che stringono foto, che accarezzano il feretro, lacrime e abbracci. In chiesa, vicino al feretro, una sedia, vuota, sulla quale c'è la felpa da lavoro del ragazzo; in terra, vicino all'altare, una maglietta con le firme degli amici: "Ti vogliamo bene, Gabry", dice. All'esterno, una folla che riempie la piazza, che quasi ancora non ci crede, che sia accaduto davvero.

In chiesa, lo straziante e meraviglioso ricordo della famiglia. "Sei stato un dono, in tutto ciò che hai fatto", è la frase che arriva dall'altare. Poi, il feretro che esce, tra due ali di folla. Disperazione e amore che si diventano inscindibili e, alla fine, quei palloncini che volano in cielo. Addio Gabriele.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy