you reporter

Canalbianco, l'ostello della discordia <br/>e la minoranza incalza il sindaco

Arquà Polesine

46253
ARQUA’ POLESINE - Ad Arquà Polesine suona l’ora della chiarezza. La minoranza consiliare va all’attacco, e chiede di vederci chiaro sulla gestione dell’ostello Canalbianco. Soprattutto per quanto riguarda la destinazione d’uso di quell’immobile.

Nel testo, la consigliere Lorenza Barion incalza il primo cittadino. Lamenta l’impossibilità di accedere agli atti, richiesti oltre 15 giorni fa e mai ricevuti dal comune di Arquà, chiede lumi sulla convenzione che lega il municipio alla cooperativa Aquathlon onlus, che ha in gestione l’ostello e di cui è presidente l’assessore rodigino Andrea Donzelli, sui rispettivi obblighi e se questi vengono rispettati.

La questione sul tavolo è quella della destinazione d’uso dell’ostello, al sud del Canalbianco e a due passi dal centro di Bosaro ma geograficamente nel territorio di Arquà, dove, ormai da un anno e mezzo, sono ospitati una settantina di richiedenti asilo. Quella struttura, di proprietà dei comuni, è stata affidata per trent’anni alla coop Aquathlon di Andrea Donzelli. Che, a sua volta, ha incaricato la cooperativa Porto Alegre di gestire la partita dell’accoglienza dei profughi, partecipando agli appositi bandi indetti dalla prefettura.
Ma quell’edificio, sottolinea la Barion nel testo, “ha rappresentato per il nostro territorio un importante punto di riferimento per un turismo sostenibile e solidale, dove lo sport veniva considerato una forma di rieducazione per persone con disagio sociale, nell’ambito del quale l'ospitalità per i diversamente abili rappresentava una eccellenza ed una unicità per le caratteristiche ivi insistenti”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl