you reporter

Patto d'amicizia con Sovramonte <br/>un rapporto che dura da due anni

Stienta

49203

29/10/2015 - 13:30

di Alessandro Caberlon

STIENTA –Una giornata che non verrà dimenticata facilmente, quella che una quarantina di stientesi, accompagnati dal primo cittadino Enrico Ferrarese, ha trascorso sabato a Sovramonte.

Il centro altopolesano, ha reso ufficiale l’amicizia con il comune bellunese, suggellando un rapporto decennale di condivisione e di stima reciproca. Si dice che chi trova un amico trova un tesoro. In questo caso il tesoro è rappresentato proprio dalle persone.

I due comuni veneti, geograficamente distanti, sono da decenni legati da un rapporto di fraternità e cooperazione tale da volerlo formalmente suggellare il 24 ottobre, alla presenza delle autorità locali. L’amicizia è nata negli anni ’50, quando i bambini di Stienta cominciarono a trascorrere le proprie vacanze estive al “Soggiorno montano G. Guarnieri” di Faller di Sovramonte. Da allora i cittadini di Stienta, giovani e adulti, hanno iniziato a frequentare il piccolo paesino delle Dolomiti Bellunesi, situato a 777 metri di quota, creando con i locali un grande rapporto di stima e affetto.

La firma del patto ha voluto ufficializzare e rafforzare la conoscenza reciproca e la cooperazione. Un vero e proprio abbraccio tra due paesi, uno in pianura e uno tra i monti, portatori di storia, cultura e tradizioni diverse, da cui possono scaturire e continuare scambi reciproci di esperienze e di iniziative in ambito culturale, sociale ed economico, nel segno della condivisione.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl