you reporter

Patto d'amicizia con Sovramonte <br/>un rapporto che dura da due anni

Stienta

49203
STIENTA –Una giornata che non verrà dimenticata facilmente, quella che una quarantina di stientesi, accompagnati dal primo cittadino Enrico Ferrarese, ha trascorso sabato a Sovramonte.

Il centro altopolesano, ha reso ufficiale l’amicizia con il comune bellunese, suggellando un rapporto decennale di condivisione e di stima reciproca. Si dice che chi trova un amico trova un tesoro. In questo caso il tesoro è rappresentato proprio dalle persone.

I due comuni veneti, geograficamente distanti, sono da decenni legati da un rapporto di fraternità e cooperazione tale da volerlo formalmente suggellare il 24 ottobre, alla presenza delle autorità locali. L’amicizia è nata negli anni ’50, quando i bambini di Stienta cominciarono a trascorrere le proprie vacanze estive al “Soggiorno montano G. Guarnieri” di Faller di Sovramonte. Da allora i cittadini di Stienta, giovani e adulti, hanno iniziato a frequentare il piccolo paesino delle Dolomiti Bellunesi, situato a 777 metri di quota, creando con i locali un grande rapporto di stima e affetto.

La firma del patto ha voluto ufficializzare e rafforzare la conoscenza reciproca e la cooperazione. Un vero e proprio abbraccio tra due paesi, uno in pianura e uno tra i monti, portatori di storia, cultura e tradizioni diverse, da cui possono scaturire e continuare scambi reciproci di esperienze e di iniziative in ambito culturale, sociale ed economico, nel segno della condivisione.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

speciali: TESORI un viaggio tra terra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl