you reporter

Nudo dalla vicina grida "Al fuoco!" <br/> assolto perché troppo "fatto"

Ceneselli

tribunale[2].JPG

Il tribunale di Rovigo

E' entrato nudo, urlando "Al fuoco, al fuoco, datemi dell'acqua!" nel cortile della proprietà privata di una signora che abita a Ceneselli, dopo aver scavalcato il cancello: quindi, ha preso la canna di una fontanella che si trovava nel giardino, versandosi l'acqua addosso, per poi andarsene.



Sono stati i Carabinieri a fermare l'uomo, un 38enne tunisino, che ha pure reagito tentando di resistere al fermo dei militari dell'Arma. Era il marzo del 2011, e il 38enne è finito a giudizio con l'accusa di violazione di domicilio, atti contrari alla pubblica decenza, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali: ma è stato assolto per mancanza di imputabilità.



Nel corso del processo si è accertato che era sotto l'effetto di sostanze stupefacenti - aveva abusato di cocaina - ed era incapace di intendere e volere, quindi non era imputabile.



Il servizio completo in edicola nella Voce di martedì 19 aprile

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl