you reporter

Ampliamento azienda farmaceutica, Terre nostre vuole sapere

Villadose

92554

Un momento del recente consiglio a Villadose

06/09/2017 - 19:01

Edificazione di un nuovo edificio adibito a laboratorio di ricerca della locale industria farmaceutica e timori per l’inquinamento: la polemica non si placa a Villadose.



“In merito all’accesa discussione che sta riscaldando alcune stanze del palazzo comunale e pure la popolazione - dice il Comitato Terre nostre Villadose - Terre nostre Villadose desidera puntualizzare alcuni aspetti del problema che sembrano essere stati tralasciati o fraintesi da chi difende a spada tratta la richiesta dell’azienda farmaceutica a ingrandire il proprio stabilimento di produzione”. Anzitutto, “noi non siamo contro la produzione di farmaci e contro la ricerca, ma chiediamo di sapere con precisione il tipo di ricerca che questa azienda vorrà fare e il tipo di farmaci prodotti”.



Secondo il Comitato, “a tutt’oggi, queste informazioni rimangono avvolte nel più fitto mistero, e i vertici dell’azienda non hanno risposto a domande in merito neppure in commissione consiliare alla presenza di sindaco, assessori e Terre nostre che assisteva all’incontro. L’azienda si è limitata a parlare di ‘una molecola forse per curare il diabete o problemi renali’, non quindi un farmaco antitumorale”.



In secondo luogo, il Comitato sottolinea: “E’ vero che ogni zona industriale presenta delle criticità ambientali, ma è pur vero che solamente quest’azienda farmaceutica ha avuto dalla Regione Veneto, dalla Provincia di Rovigo, dall’Arpav il permesso di emettere in atmosfera a Villadose e paesi limitrofi, e di versare nello scolo fossetta adiacente, sostanze tossiche delle quali alcune cancerogene, quali ossidi di azoto, ammoniaca, furani, diossina, arsenico, piombo, Pcb, ecc.; chi si oppone a questo non è contro la scienza né contro l’occupazione giovanile, è contro un avvelenamento legalizzato”.



Il Comitato ricorda che “anche all’Ilva di Taranto, a Seveso, a Porto Marghera si sono usati questi tristi ricatti di lavoro contro salute, e gli effetti di quei veleni si sono visti a distanza di un decennio. Qui stiamo speculando sulla pelle delle nostre future generazioni, che hanno diritto al lavoro qui senza dover andare all’estero, ma hanno soprattutto il diritto di essere sane”.



Il servizio sulla Voce del 7 settembre

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl