you reporter

Villadose

Terre nostre, sit in in Prefettura

Se la prendono con il sindaco Alessio: “Predica agricoltura sostenibile ma accetta allevamenti intensivi”. E chiedono un tavolo ambientale.

Terre nostre, sit in in Prefettura

Il Comitato Terre nostre

Il comitato “Terre nostre” ha organizzato lunedì 30 aprile mattina un sit in davanti alla Prefettura di Rovigo. Alcuni cittadini e i componenti del comitato volevano un incontro con il prefetto Enrico Caterino per parlare della situazione ambientale del comune di Villadose.

Secondo i componenti di “Terre nostre” le discariche presenti a Villadose, che raccolgono i rifiuti polesani, i terreni agricoli che sono stati sequestrati nella vicenda relativa alla Coimpo, l’allevamento di visoni e quello che sembra porterà circa 60mila polli, vanno ad aggiungersi alla zona industriale una multinazionale farmaceutica che, secondo le accuse del comitato, “rilascia nell’aria e nelle acque sostanze” che hanno spinto la provincia di Rovigo a diffidarla per gli sforamenti.

I cittadini in questi mesi hanno segnalato più volte gli odori giudicati fastidiosi chiedendo l’intervento alle autorità, con una raccolta di un migliaio di firme per ottenere un tavolo ambientale. In questi mesi, però, il comitato è riuscito a ottenere l’installazione di una centralina per controllare l’aria.

Il comitato “Terre nostre” se la prende con il sindaco di Villadose, Gino Alessio, che non avrebbe dato loro ascolto: “Promuovono agricoltura sostenibile ma accettano allevamenti intensivi. Il prefetto come rappresentante dello Stato deve fare qualcosa per questi piccoli comuni”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl