you reporter

ARQUA’ POLESINE

In tanti alla veglia per Antonino

Tutto il paese stretto attorno alla famiglia del carabiniere Modica. stamattina la visita del prefetto Caterino alla moglie. Cordoglio dal vescovo Pavanello

In tanti alla veglia per Antonino

Ieri il cordoglio del presidente della Repubblica Sergio Mattarella e delle massime autorità dello stato, otti tutto il paese stretto attorno ad Antonino Modica, l’appuntato 55enne morto sulla Transpolesana venerdì pomeriggio, mentre era in servizio ed era andato con il collega in soccorso di un camion in panne.

Una veglia organizzata alle 18 nella parrocchia di Arquà Polesine ha visto accorrere molti cittadini e moltissimi colleghi di Antonino in borghese. Tanti gli abbracci e le lacrime per una vita finita in modo così tragico, durante il compimento del proprio dovere.

Modica proveniva, infatti da Palermo, ma qui, in Polesine, aveva conosciuto Elisa e qui ha cresciuto Elena 17 anni e Luca, 21 anni. A loro si è stretto stamattina il prefetto Enrico Caterino che alle 10 si è voluto recare ad Arquà Polesine insieme al comandante Antonio Rizzi per sottolineare con la sua presenza la vicinanza delle istituzioni e la sua personale. “Per qualsiasi cosa non esitate a contattarmi personalmente”, ha tenuto a sottolineare Caterino, che è in partenza per Ravenna, ma che rimane legato al Polesine.

Insieme al rappresentante del governo a Rovigo, anche il vescovo Pierantonio Pavanello si è stretto alla famiglia Modica.

La veglia di oggi in paese è stata guidata dal cappellano militare don Corrado Tombolan.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl