you reporter

Fiesso Umbertiano

Scoperto un capannone ricolmo di rifiuti

Cinquemila metri cubi di plastica e residui tessili riempivano completamente l'immobile, di un'ex azienda in fallimento, fin quasi al soffitto.

I carabinieri del Noe di Venezia e quelli di Castelmassa hanno sequestrato a Fiesso Umbertiano un capannone al cui interno erano stoccate illecitamente circa 5000 metri cubi di rifiuti, in prevalenza di natura plastica e residui tessili, ammassati fino a lambire il soffitto della struttura stessa.

Il capannone abbandonato, già in uso ad un'azienda operante nel campo della produzione di pannelli per frigoriferi ed ora in fallimento, sorge su un'area di 3.000 metri quadrati. I carabinieri si sono attivati dopo la segnalazioni di vari cittadini insospettiti dal continuo transitare di mezzi nei pressi del capannone.

Le modalità dello stoccaggio, la saturazione quasi completa degli spazi, la difficoltà ad accedere all'interno, l'impianto elettrico a contatto con i rifiuti e la carenza dei presidi antincendio, hanno allarmato i militari che hanno così deciso di sequestrare l'intera area. Sono in corso indagini per individuare le responsabilità e la provenienza oltre che la caratterizzazione dei rifiuti rinvenuti.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl