you reporter

Calcio Serie D

L’Adriese prende Capitanio

La società ingaggia il centrale difensivo classe 1993. Domenica potrebbe esordire. L’undici di Tiozzo si sta preparando alla trasferta di Campodarsego.

L’Adriese prende Capitanio

Luca Tiozzo e Filippo Capitanio

L’Adriese si rinforza: preso Filippo Capitanio. La società granata ha comunicato di aver ingaggiato il difensore. Il duo Longato-Cavagnis ha chiuso oggi la trattativa per assicurarsi fino a fine campionato il centrale difensivo vicentino, classe 1993, svincolato dopo l’ultima stagione ad Avellino, dove ha vinto il campionato di Serie D. Capitanio vanta inoltre quasi 80 presenze in Lega Pro con le maglie di Pontedera, Como, Santarcangelo, Teramo e Ravenna. Il giocatore è già a disposizione dell’allenatore Luca Tiozzo e potrebbe già esordire domenica.

Una buona notizia per la squadra granata in vista della sfida di domenica contro una corazzata. Così è stata definita la prossima avversaria che si troverà di fronte l'Adriese nella sfida valida per la 14ª giornata d'andata del girone C di Serie D. Stiamo parlando della formazione patavina del Campodarsego, la capolista del girone, che sta dimostrando di essere una delle candidate più accreditate per il trionfo al termine di questa stagione sportiva. La squadra guidata in panchina dal tecnico Antonio Andreucci ha raccolto, con il successo nel big match con il Cartigliano che gli è valso la vetta in classifica, 28 punti frutto di otto vittorie, quattro pareggio e una sola sconfitta subita per mano dell'Union Clodiense.

Un cammino pressoché perfetto confermato anche dai dati che mettono la compagine biancorossa come la difesa meno battuta dell'intero raggruppamento, sono solo undici infatti le reti al passivo subite nelle prime tredici giornate. Un po' meno redditizia la fase offensiva con i 23 gol realizzati finora che significano il terzo gradino come miglior attacco dietro a due squadre quali Luparense ed Adriese.

Il giocatore più prolifico è Vincenzo Calì, autore di una tripletta nell’ultima uscita stagionale che gli ha permesso di salire a quota sette marcature e mettendosi al quarto posto nella classifica dei marcatori. L'altro spauracchio risponde indubbiamente al nome di Cristian Pasquato, classe 1989, arrivato lo scorso 21 ottobre tra le fila del Campodarsego. Un acquisto che esalta le ambizioni della squadra visto che stiamo parlando di un giocatore con un curriculum che parla da sé; presenze in Serie A con Juventus, Lecce e Bologna, oltre ad esperienze in Serie B con Empoli, Triestina, Modena, Torino, Pescara e Livorno e all’esperienza in Polonia con la maglia del Legia Varsavia.

Ma la rosa biancorossa è molto compatta e si sta dimostrando una squadra ben assortita in tutti i reparti, i risultati raccolti poi sono un chiaro segnale di questo aspetto. Ma l'Adriese è sulla strada giusta e lo sta facendo vedere ormai da diverse settimane.

I granata del tecnico Luca Tiozzo stanno dando continuità di prestazioni e a livello fisico, nonostante gli infortuni del difensore centrale Meneghello e del centrocampista centrale Pagan, tutti stanno rispondendo presente. Un gruppo compatto che andrà quindi in casa della capolista per trovare il colpaccio, sarebbe indubbiamente utile per l'aggancio al primo posto ma darebbe una spinta emotiva non indifferente per il prosieguo del campionato.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Teatro Sociale di Rovigo
speciali: Camera di Commercio e Cna: un mondo di opportunità per le imprese

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl