you reporter

Triathlon

Progetto Vista, anno super

All'Ironman di Marrakech il rientro alle gare di Daniele Toffoli

La stagione del triathlon si è da poco chiusa, per Progetto Vista Triathlon il sipario è calato dopo l’ottima performance all’ironman di Marrakech. Una stagione che ha visto il sodalizio polesano ottenere brillanti risultati di categoria.

Si è tornati in gara il 31 agosto e il 1 settembre con tre appuntamenti che hanno visto gli atleti del sodalizio polesano essere tra i protagonisti a Grado, Lavarone e Surviana, nei vari triathlon olimpici. Il sabato si è partiti con un doppio impegno che ha visto Mattia Luppi e Samuele Craparotta, partecipare al 21esimo Triathlon olimpico No-Draft di Grado. Mattia Luppi ha terminato la sua fatica in una eccellente quarta piazza. Bene anche Samuele Craparotta che ha ottenuto l’eccellente sesta piazza. Al Triathlon olimpico di Lavarone Massimo Bosi ha ottenuto un buon 14esimo posto. Domenica è stata la volta del Suviana Lake Triathlon, qui non si è lasciato sfuggire il podio il tecnico – atleta di Progetto Vista Triathlon Paolo Scalabrini che ha conquistato il secondo posto. Molto bene anche Luca Banzato che ha terminato al 17esimo posto. Bene altresì Roberto Zanforlin che con il tempo di 3:19:36 ha chiuso la sua fatica al 21esimo posto.

La settimana seguente ottima prestazione di Stefano Gobatti al Triathlon Sprint Rank Città di Chioggia che ha portato a casa un eccellente argento di categoria. A metà settembre Progetto Vista Triathlon è stato impegnato su due fronti, all’Olimpico di Peschiera con Massimo Bosi che ha agguantato la 37esima posizione. Buona anche la prova di Lorenzoni, all’esordio sulla distanza olimpica.

All’Irondelta sprint Alessio Stefanoni si è piazzato al nono posto. Massimo Gobbi si è classificato 17esimo. All’Irondelta sulla distanza olimpica Stefano Gobatti ha conquistato la sesta piazza. Bene anche Stefano Raisi che si è piazzato 26esimo, bene pure Roberto Zanforlin giunto 16esimo. La settimana seguente Progetto Vista Triathlon ha piazzato l’acuto con Stefano Gobatti, primo a Jesolo, e Paolo Scalabrini secondo a Endine. Molto bene anche Luca Banzato nono a Cervia, bene anche Mattia Luppi e Samuele Craparotta.

A fine ottobre l’ultimo impegno stagionale, l’Ironman di Marrakech con il rientro alle gare di Daniele Toffoli. Ottima performance di Paolo Scalabrini che ha completato il percorso in 4h51’30”, conquistando il nono posto e sempre nella sua categoria, è stato il primo degli italiani in gara nonostante un problema fisico. Molto bene anche Mattia Luppi che ha impiegato 4h53’43” per terminare il percorso.

Anche lui ha avuto un problema fisico, ha subito un trauma alla caviglia e al ginocchio destro per cui ha dovuto rallentare, concludendo con il 31esimo posto. Per quanto riguarda la staffetta con papà Daniele in bike, la figlia, Chiara nel nuoto e il marito di Chiara, Mattia Siviero, nella corsa, ha impiegato 6h26’01” piazzandosi in un ottimo nono posto assoluto. Chiara ha impiegato per la sua frazione di nuoto 33’55” uscendo in terza posizione assoluta delle staffette.

La prima parte della stagione era iniziata il 6 aprile al Lago delle Nazioni di Lido di Volano dove si è svolta la Ironlake di Primavera. Qui ha gareggiato lo stesso tecnico Paolo Scalabrini che con l’ottimo tempo di 4 ore e 18’ si è piazzato terzo. Allo Sprint di Salò, Valentina Chiarelli, al debutto assoluto, è stata artefice di una buona prova. Allo Sprint di Novellara Stefano Gobatti si è piazzato quinto nella M1.

Al Triathlon Sprint di San Giovanni in Persiceto Stefano Gobatti si è piazzato quarto. Molto buona anche la prova di Luca Banzato, sesto.
Al Triathlon Olimpico di Sirmione ottima prova di Samuele Craparotta, 12esimo.
All’Arona Men Triathlon Medio Silver Paolo Scalabrini primo, Mattia Luppi quarto e Fabrizio Soggiorni ottavo.
Allo Sprint di Parma bene Valentina Chiarelli. Al Triathlon Olimpico No Draft Lago di Brasimone Luca Banzato e Stefano Craparotta hanno fatto una buona prova.
L’ultima gara della prima parte di stagione l’ha disputata Fabrizio Soggiorni, all’Ironman di Zurigo. L’atleta ha chiuso ben al disotto delle 12 ore con un crono finale di 11h29’ piazzandosi nella sua categoria, 45/49 anni, al sesto posto tra gli italiani in gara.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl