you reporter

Il provvedimento

Nubifragio nel Delta, la Regione chiede lo stato di calamità

La domanda al ministero delle politiche agricole anche per il risarcimento dei danni dopo il maltempo del 2 agosto scorso.

Nubifragio nel Delta, la Regione chiede lo stato di calamità

La Regione chiede al Ministero la dichiarazione di eccezionali avversità atmosferiche, dopo il maltempo, il nubifragio e la tromba d'aria che il 2 agosto scorso hanno flagellato il Delta, con i conseguenti interventi finanziari a sostegno delle imprese agricole colpite da calamità naturali e avversità atmosferiche eccezionali. Si era trattato di un vero nubifragio, con violenti raffiche di vento che avevano fatto volare tegole e abbattuto alberi. Quel maltempo aveva colpito duro anche le aziende. 

I venti impetuosi del 2 agosto colpirono in particolare i comuni di Ariano nel Polesine (località Rivà, San Basilio, Tombe, via Fatutto), Loreo (località via Sant’Antonino, via Padova, via del Mare), Porto Tolle (località Ca' Dolfin, Ca' Tiepolo, Ca' Venier, Tolle, Ca' Mello, Donzella, Pradon, Polesine Camerini, Canarin, Boccasette, Ca' Bonelli), Porto Viro (località Madonnina, Porto levante, Villaregia), Taglio di Po (località Ca' Vendramin, Pisana, Oca Marina, via San Basilio). 

Per questo la giunta regionale delibera di richiedere al ministero delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, ai sensi del decreto legislativo 29 marzo 2004, n. 102, art. 6, la dichiarazione dell’esistenza del carattere di eccezionali avversità atmosferiche per l’evento venti impetuosi del 2 agosto 2019 nei territori dei comuni, della provincia di Rovigo di Ariano nel Polesine, Loreo, Porto Tolle, Porto Viro e Taglio di Po. Nonchè di delimitare le zone territoriali dei comuni (...) dove possono trovare applicazione, gli interventi per il ripristino dei danni alle strutture aziendali non assicurabili ed alle scorte ai sensi dall’art. 5, comma 3, del Decreto legislativo 29 marzo 2004, n. 102,  per le imprese agricole danneggiate, ubicate nei territori di seguito elencati: Ariano nel Polesine, località Rivà, San Basilio, Tombe, via Fatutto; Loreo, località via Sant’Antonino, via Padova, via del Mare; Porto Tolle, località Ca' Dolfin, Ca' Tiepolo, Ca' Venier, Tolle, Ca' Mello, Donzella, Pradon, Polesine Camerini, Canarin, Boccasette, Ca' Bonelli; Porto Viro, località Madonnina, Porto levante, Villaregia; Taglio di Po, località Ca' Vendramin, Pisana, Oca Marina, via San Basilio.

Le domande di intervento potranno essere presentate all’Agenzia Veneta per i pagamenti in agricoltura, Avepa, Sportello unico agricolo interprovinciale di Rovigo e Venezia, sede di Rovigo, nel termine perentorio di giorni 45 (quarantacinque) dalla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del decreto di declaratoria dell’esistenza di eccezionale avversità atmosferica.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: Teatro Sociale di Rovigo
speciali: Camera di Commercio e Cna: un mondo di opportunità per le imprese

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl