you reporter

RUGBY TOP 12-L’EVENTO

Rovigo, appuntamento con la storia

Domani la finalissima di Coppa Italia allo stadio “Battaglini”. Il trofeo manca nella bacheca dei Bersaglieri: cresce l’attesa. E’ un traguardo stagionale.

Rovigo, appuntamento con la storia

E’ un appuntamento con la storia quello che domani si svolgerà allo stadio Battaglini di Rovigo. Si tratta infatti della prima finale che sarà giocata in casa dalla Rugby Rovigo per aggiudicarsi la Coppa Italia, un trofeo che la società rossoblù non ha mai vinto nella sua gloriosa storia.

I Bersaglieri, infatti, hanno raggiunto varie volte la finale, ovvero il match diretto per la proclamazione del vincitore della Coppa Italia, ma mai una volta sono riusciti a portare a casa il premio. Il Rovigo è arrivato in finale ben due volte: la prima nella stagione 1997-1998, quando si fece battere dalla Benetton Treviso; la seconda nella stagione 2005-2006, quando lasciò alzare la Coppa al Gran Parma nella sfida allo stadio di Jesolo.

Per quanto riguarda il Petrarca Padova, invece, nella sua storia il club ha già vinto due volte la Coppa Italia: una nel 1981-1982 e la seconda nel 2000-2001. In generale, però, consultando le statistiche, le due squadre che si sono aggiudicate più spesso la vittoria sono il Viadana (6 volte) e le Fiamme Oro (5 volte), che quest'anno hanno perso la semifinale proprio contro il Petrarca.

Quest'anno sarà la 32ª edizione della Coppa Italia. In genere la finale si gioca in un campo neutro, ma le due società venete si sono accordate per giocare a Rovigo ricevendo l’avallo della Fir, proprio per incentivare le presenze allo stadio, dato che si tratta di un derby in piena regola.

Sarebbe quindi una grande soddisfazione per i tifosi, il club e la città di Rovigo poter alzare la prima Coppa Italia proprio all'interno dello stadio Mario Battaglini, concesso in deroga dalla Fir per attirare ancora più pubblico al grande evento. Va considerato che solo a Rovigo si può garantire una grande affluenza di pubblico: la “Città in mischia” è una garanzia di successo.

La Coppa Italia, peraltro, è un obiettivo che il coach Umberto Casellato si era dato sin dall’inizio del campionato, affermando più volte di voler vincere questo prestigioso riconoscimento che darebbe ancora maggiore autostima alla squadra e gratificazione ad un’intera città.

L'appuntamento con il fato, quindi, è fissato: sabato pomeriggio, alle 15, per il calcio d'inizio allo stadio Battaglini. Manuel Bottino è stato designato a dirigere la finale. Il direttore di gara romano potrà contare sulla collaborazione degli assistenti Gianluca Gnecchi di Brescia e Vincenzo Schipani di Benevento e sul ferrarese Filippo Bertelli in qualità di quarto uomo.

Bottino, trent’anni, ha diretto nella passata stagione la finale del campionato italiano di Serie A, vanta esperienze nel Pro D2 francese e nel 6 Nazioni Under 18 e nelle International Series Under 18 disputatesi in Sudafrica nell’estate 2019. In città non si parla d’altro e cresce l’attesa per l’evento. Come dimostra anche l’affluenza per l’acquisto dei biglietti, che è comunque buona. Per quanto riguarda la formazione che scenderà in campo, oggi coach Casellato la ufficializzerà.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl