you reporter

Lendinara

“Massiccio sostegno all’economia”

Il sindaco illustra le misure del rilancio: “Il Comune interverrà con circa 250-300mila euro”. Luigi Viaro parla anche della movida: “Vigilanza rafforzata nel prossimo weekend”.

“Massiccio sostegno all’economia”

Luigi Viaro

“Dopo aver verificato le cifre del bilancio, il comune ha la volontà di intervenire a sostegno dell’economia locale con circa 250-300mila euro”. Così il sindaco di Lendinara, Luigi Viaro, a proposito delle misure che l’amministrazione vuole mettere in campo per il rilancio, dopo il lungo stop a causa dell’emergenza Covid e in relazione alla fase 2.

Tra queste, ci sono quelle relative ai plateatici, già gratuiti. “Chi aveva il plateatico prima dell’emergenza, può raddoppiarlo. Il che servirà anche per poter mantenere le distanze tra i tavolini dei bar, quindi tra le persone”. C’è, poi, la rinegoziazione dei mutui, che permette di procrastinare certe scadenze, sempre a sostegno dell’economia locale. Per quanto riguarda, poi, i titolari di partite Iva, l’amministrazione comunale sta ragionando sulla base della normativa nazionale e regionale in relazione al credito d’imposta del 60%. E ancora: abbattimento del costo degli affitti grazie ad un contributo specifico; per il prestito alle aziende dei 25mila euro, si prevede un contributo sulle spese di istruttoria o sugli interessi o sul mutuo; tra le agevolazioni statali, l’abbattimento della Tari per le attività produttive che hanno tenuto chiuso, con l’intervento che sarà anticipato dal Comune.

Per quanto riguarda la fase 2 e la movida, dopo lo scorso weekend (a seguito delle segnalazioni, fatte al sindaco, relative a locali pieni di gente e a diversi giovani che non avrebbero rispettato tutte le regole), il primo cittadino spiega: “Ci stiamo preparando con polizia locale, finanza e carabinieri in vista del prossimo fine settimana. La vigilanza sarà rafforzata. E’ una questione di comunità e di rispetto delle regole. I controlli serviranno per responsabilizzare i giovani ed evitare che certi comportamenti possano minare il clima di collaborazione”. In effetti il prossimo weekend sarà lungo, in previsione della festività del 2 giugno. “Il problema non è la repressione, aprire non vuol dire direttamente questo. Si sanzioneranno solo gli avventori che non si comporteranno correttamente. E’ chiaro che gli esercenti dei bar dovranno organizzare il locale in maniera da garantire il rispetto delle regole, come le distanze sociali”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl