you reporter

Lendinara

Tribuna, lavori verso la ripartenza

Il sindaco Viaro: “Assegnati gli interventi, il 7 maggio, alla seconda ditta in graduatoria”. Tre mesi di ritardo nel rifacimento del Perolari dopo l’abbandono di chi ha vinto l’appalto.

Tribuna, lavori verso la ripartenza

Tre mesi di ritardo nel programma di rifacimento della tribuna del campo da calcio di via Perolari, a causa dell’abbandono dei lavori della ditta che aveva vinto l’appalto. A chiederne notizia nel corso dell’ultima seduta del consiglio comunale è stato il consigliere Fabrizio Pavan, che ha ricevuto una risposta da parte del sindaco Luigi Viaro. “Se le cose restano come sono - ha precisato il primo cittadino - l’unico danno che abbiamo ricevuto sono tre mesi di ritardo sulla consegna dei lavori, quindi in autunno anziché in agosto e non perdite economiche”. Questo è reso possibile, come ha spiegato, grazie alle assicurazioni a garanzia dell’anticipazione del pagamento e dei corretti adempimenti agli oneri contrattuali. Era il 18 ottobre 2019, infatti, quando la ditta Pro Edil srl di Milano si era aggiudicata l’esecuzione del primo stralcio di una nuova tecnostruttura funzionale per l'impianto sportivo di via Perolari.

I lavori erano poi stati consegnati il 24 ottobre e poco dopo la tribuna storica era stata demolita, tra i sospiri di tristezza di chi su quella tribuna aveva lasciato i ricordi calcistici di una vita. Tre mesi dopo però, il 24 gennaio, la ditta aveva comunicato l’impossibilità di far fronte agli adempimenti, abbandonando il cantiere in via definitiva il 18 febbraio, quando è stata disposta la risoluzione in danno all’appaltatore. “Finalmente - ha detto Viaro - il 16 marzo sono stati eseguiti gli adempimenti burocratici contattando la seconda ditta in graduatoria, alla quale sono stati assegnati i lavori il 7 maggio”. Pare quindi che i cittadini lendinaresi dovranno aspettare ancora un po’ per vedere la nuova tribuna coperta della capienza di duecentodieci posti a sedere con sottostanti locali di servizio. Un secondo stralcio dei lavori prevede poi la costruzione di un nuovo edificio adibito a spogliatoi, idoneo per due squadre, comprensivo di locale per arbitri e pronto soccorso e di un locale tecnico per gli impianti. I lavori sono finanziati da un mutuo a tasso zero contratto dall’Istituto per il credito sportivo in accordo con l’Anci grazie all’iniziativa “Sport Missione Comune”, che verrà sospeso a causa dell’emergenza Covid 19 e la scadenza prorogata di un solo anno.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl