you reporter

Cavarzere

“Il danno deve essere risarcito”

E’ la richiesta per la costituzione di parte civile contro il responsabile dell’abbandono di rifiuti a Grignella. Approvata all’unanimità la mozione presentata da Munari e Fava.

“Il danno deve essere risarcito”

Pierfrancesco Munari

“Il danno deve essere risarcito a favore del territorio comunale e il Comune deve costituirsi come parte civile”.

Queste le richieste del consigliere Pierfrancesco Munari nella mozione relativa all’abbandono di rifiuti di gennaio. Poi, la sua interrogazione rispetto alla mancanza dei servizi di Actv: “Quali azioni ha intrapreso il Comune a supporto dei pendolari? Attiviamoci per la restituzione dei soldi degli abbonamenti”.

La mozione approvata all’unanimità e discussa al secondo punto all’ordine del giorno è quella presentata dai consiglieri Pierfrancesco Munari e Roberta Fava con all’oggetto: “Deposito della denuncia di querela e costituzione di parte civile nell’instaurando processo penale a carico del responsabile dell’abbandono di rifiuti nella frazione di Grignella, località Acquamarza, avvenuto il 28 e 29 gennaio 2020”. E’ solo una delle poche mozioni discusse nello scorso consiglio comunale, visto il reinvio delle altre alla prossima seduta. Così, ha preso la parola il consigliere di minoranza Pierfrancesco Munari, che ha iniziato nella spiegazione: “Visti gli svariati episodi di abbandono di rifiuti civili e industriali scaricati in zone periferiche, e che il più grave ha riguardato uno scarico di oltre 100 sacchi nella frazione di Grignella, propongo di depositare la querela nei confronti del responsabile e che il Comune si costituisca come parte civile nel procedimento penale, per destinare poi la somma all’acquisto di telecamere al fine di un controllo poi capillare del territorio”: queste le richieste del consigliere.

Ha preso poi la parola il sindaco, Henri Tommasi, che ha iniziato: “C’è già un fascicolo aperto e la procedura è già in atto. Comunque, abbiamo ampliato le telecamere del territorio, soprattutto nelle aree ecologiche e, visto che gli abbandoni sono parecchi, le facciamo ruotare”.

La mozione sembra essere accolta anche dalla consigliera Tasso, che ne ha parlato a favore: “Potrebbe servire come segnale e presa di posizione, visto che lo smaltimento degli abbandoni costa alla collettività. L’approvazione della mozione serva a sensibilizzare su questo tema”.

E’ intervenuta anche la consigliera Fabian, che ha incalzato: “Oltre alle telecamere dovremmo lavorare anche sulla cultura e sull’insegnamento, più che sulla restrizione”. E di seguito il sindaco Tommasi ha confermato: “Stiamo già facendo una campagna con le scuole perché questo problema possa diminuire”.

Altro punto discusso durante la seduta dello scorso martedì è stato quello relativo all’interrogazione presentata dal consigliere Munari a proposito dei servizi Actv: dal 18 maggio infatti la linea “58 RE” di Actv - che parte da Adria e arriva a Venezia - è stata sospesa, costringendo circa 200 pendolari a recarsi al lavoro con altri mezzi.

I pendolari però, in questo periodo, non hanno recepito alcuna notizia rispetto al se e al quando la linea verrà ripristinata. Per questo il consigliere Munari ha richiesto: “Vorrei conoscere quali azioni ha intrapreso il Comune a favore dei pendolari, quindi se il comune si è attivato per fornirgli supporto, e in che modo ha interagito con i vertici di Actv o intende interagire al fine di risolvere la problematica”.

Il servizio completo sulla Voce del 31 maggio 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Amazon continua a cercare lavoratori
CASTELGUGLIELMO E SAN BELLINO

Amazon continua a cercare lavoratori

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl