you reporter

Rosolina Mare

“Qui c’è tranquillità, è il posto giusto”

L’insegnante da quasi 30 anni ogni estate passa le vacanze sul litorale polesano. Michele Bregolin: “Venivo quando i miei figli erano piccolini e mi sono sempre trovato bene”.

“Qui c’è tranquillità, è il posto giusto”

Michele Bregolin

Michele Bregolin è di Rovigo. Da quasi 30 anni ha un appartamento nella località balneare di Rosolina Mare, dove ogni estate passa le vacanze. E’ un’insegnante dell’istituto De Amicis di Rovigo, insegna matematica agli studenti di ragioneria. “Venivo qua quando i miei figli erano piccolini e mi sono sempre trovato bene - dice - Ogni anno veniamo qui al bagno Bellarosa. Poi, nell’arco dell’estate facciamo anche qualche viaggio o in giro per il mondo oppure in qualche località italiana che non abbiamo mai visitato. Di base siamo qui, poi ci concediamo dei giorni in posti diversi”.

Essendo un insegnante, terminato l’anno scolastico prepara le valigie e va in vacanza. “Da metà luglio a metà agosto sono qui”, precisa. Racconta che in 30 anni ha visto il cambiamento di Rosolina Mare. “Quando sono venuto c’era un unico stabilimento, il proprietario era uno - afferma - Nel tempo ci sono stati i vari cambiamenti e sono sorti gli stabilimenti, così come le spiagge libere. Essendo sorti vari bagni ci sono stati anche dei miglioramenti”.

Michele ama la pineta dove si respira bene, a parte nei giorni in cui il caldo è afoso. “Ogni tanto vado a correre e ho visto che ci sono tanti bei percorsi da fare - sottolinea - Si arriva alla diga, dove si può vedere il panorama. Poi c’è il Delta del Po, che è bellissimo”.

Dice che Rosolina Mare è un posto soprattutto per le famiglie. “Qui si trova la tranquillità - precisa - Quindi, è il posto giusto per chi vive nel caos delle grandi città”.

Per quanto riguarda il periodo di lockdown, dice che da febbraio non c’è stato niente di facile. “Abbiamo dovuto trovare degli strumenti nuovi per poter insegnare e le ore lavorative sono state molte di più rispetto al normale – spiega - Abbiamo lavorato con videoconferenze, ho imparato a lavorare con un sito dove inserivo le mie conferenze, ho tenuto anche delle lezioni online. Era tutto molto complicato e i compiti degli studenti erano da correggere uno ad uno, invece in aula si corregge l’esercizio per tutti”. Aggiunge che a settembre a scuola si ritorna e che l’evoluzione va studiata bene.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl