you reporter

AMAZON

Un’area sosta attrezzata per i camion

Si stima che, a regime, circoleranno oltre 140 mezzi al giorno: serve uno spazio dedicato. C’è l’accordo per la costruzione di una zona di sosta con servizi e punto ristoro.

Un’area sosta attrezzata per i camion

Procedono i lavori per l’inaugurazione del grande centro di distribuzione di Amazon in Alto Polesine, al confine tra i Comuni di Castelguglielmo e San Bellino. Si procede spediti anche perchè il primo giorno di lavoro è fissato per lunedì 21 settembre prossimo: dunque, l’obiettivo è riuscire ad inaugurare ufficialmente la struttura in quel giorno.

Nei mesi scorsi, molte sono state le selezioni per l’assunzione del personale da parte Incontralavoro Amazon, che cercava operatori di magazzino: alcuni di questi hanno già iniziato il proprio servizio, impegnati in un primo allestimento dei locali.

Ma la novità è che è stato raggiunto un accordo, informale, di massima e fiduciario (che si tradurrà in una richiesta di licenza), tra il colosso e l’amministrazione comunale di Castelguglielmo, con la volontà di costruire (da parte di Amazon stessa) un parcheggio privato per i camion che accedono al magazzino.

Una zona di sosta dei camion, in cui gli autisti possono fermarsi anche per potersi lavare, mangiare e, in generale, trovare ristoro.

In effetti, a regime, il via vai dei camion sarà notevole, anche perchè le postazioni del magazzino in cui i mezzi si dovranno fermare per scaricare o caricare sono ben 48: si stima che i camion saranno tra i 140 e 145 al giorno, nell’arco delle 24 ore, a ciclo continuo. Molti di questi arriveranno dall’estero, quindi dopo molti chilometri di viaggio gli autisti avranno bisogno di un posto in cui potersi fermare e rigenerare. Probabile poi che arrivino diverse ore prima, motivo per cui si rende necessaria la previsione di un luogo appositamente dedicato a loro, dove poter effettuare la sosta, senza il rischio di dover andare chissà dove in zone limitrofe.

L’area di sosta troverà posto vicino al parcheggio dei dipendenti di Amazon, in una zona attigua. Avrà la capienza di circa una cinquantina di camion.

E’ anche un modo per evitare che ci sia degrado, magari legato all’abbandono di rifiuti nelle zone circostanti o a parcheggi selvaggi.

E’ prevista anche la costruzione di una torretta di controllo, che verificherà e regolerà gli accessi (24 ore su 24) per evitare che qualcuno abusivamente entri per fruire dei servizi. In sostanza si vuole verificare che l’area, che è privata, ma gestita da Amazon, sia utilizzata da chi non deve scaricare o caricare nel magazzino del colosso.

Come detto, il parcheggio sarà fornito di servizi e c’è la volontà di realizzare un punto di ristoro (potrebbe trattarsi anche di una tavola calda).

Si tratta, dunque, di un altro effetto connesso all’arrivo di Amazon in Polesine che, oltre al lavoro che porta con sè, spinge alla nascita di un indotto economico che va oltre quello del magazzino ed è un indubbio beneficio per tutto il territorio.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl