you reporter

IL CASO

“Nessuna scuola a rischio chiusura”

Il vicesindaco Paolo Fontolan replica duramente al consigliere Emanuele Pasquali: “Propaganda e terrorismo mediatico: l’ordine del giorno in commissione l’ho portato io”

“Nessuna scuola a rischio chiusura”

Paolo Fontolan

01/05/2021 - 16:05

“Propaganda e terrorismo mediatico”. Questi gli aggettivi usati dal vicesindaco Paolo Fontolan riguardo alle dichiarazioni del consigliere di minoranza Emanuele Pasquali. “Chi mistifica la realtà, crea polveroni, scatena guerre assurde non sta facendo il bene delle nostre scuole e delle nostre famiglie”.

“Nessuna scuola del nostro territorio è a rischio di chiusura. Chi va sui giornali a sostenere ciò fa solo del terrorismo mediatico - le parole di Fontolan - a chi giova tutto questo? Forse al lancio di qualche candidatura in vista dell’imminente campagna elettorale, non certo alla comunità di Boscochiaro”.

“Durante la riunione svoltasi mercoledì pomeriggio, ho spiegato molto chiaramente che in questa fase di formazione dell’organico di diritto delle scuole, la concessione delle deroghe non viene nemmeno presa in considerazione e che è questo il motivo per cui i bambini di Boscochiaro in questa fase risultano aggregati alla Dante Alighieri - continua Fontolan - esattamente come era successo l’anno scorso, quando erano stati aggregati addirittura alla scuola primaria di Pegolotte. In sede di definizione dell’organico di fatto poi si fanno i necessari aggiustamenti, a sostegno dei quali ho proposto un odg che sarà discusso in consiglio comunale. Ora il consigliere Pasquali, che in commissione ha dimostrato di aver capito benissimo la questione, va sui giornali, travisando strumentalmente le mie dichiarazioni, che ‘ritaglia’ a proprio piacimento. Non contento di ciò, arriva addirittura al punto di impossessarsi della paternità dell’odg che invece è stato stilato dal sottoscritto”.

“L’ordine del giorno che è stato condiviso in commissione, della quale ho chiesto io la convocazione, altra cosa che Pasquali si guarda bene dal dire - prosegue Fontolan - chiede, in accordo con la dirigenza dell’istituto comprensivo di Cavarzere, una soluzione che trattenga il gruppo classe del primo anno della scuola primaria alla Lombardo Radice per tutta una serie di validissime considerazioni che vanno dalla lontananza rispetto al centro alla necessità di tener viva la frazione, all’attuazione delle normative igienico-sanitarie anti-Covid fino allo sforzo fatto per migliorare l’offerta formativa della Lombardo Radice con l’istituzione di un doposcuola voluto e totalmente finanziato dal Comune, altra cosa che Pasquali ‘si dimentica’ di dire. Lavoriamo con il massimo impegno affinché in sede di definizione dell’organico di fatto all’Istituto comprensivo di Cavarzere venga riconosciuto il maggior numero possibile di classi. Chi mistifica la realtà, crea polveroni, scatena guerre assurde non sta facendo il bene delle nostre scuole e delle nostre famiglie”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl