you reporter

PORTO TOLLE

Un progetto per salvare gli antichi cereali

L’attività di moltiplicazione dei semi sarà effettuata dall’Agenzia regionale presso le proprie aziende sperimentali “Pradon” di Porto Tolle e “ValleVecchia” di Caorle

grano_2[1].JPG

17/07/2021 - 13:39

Tante le iniziative di Regione e Veneto Agricoltura a salvaguardia della biodiversità agraria autoctona. Con la definizione dell’accordo per la gestione della Banca del Germoplasma dell’Istituto Strampelli di Lonigo, Veneto Agricoltura completa il percorso avviato con il progetto pluriennale regionale Bionet. Tanti infatti sono i progetti di Regione e Veneto Agricoltura focalizzati proprio sulle tematiche che vedono al centro la salvaguardia e la valorizzazione delle varietà vegetali e delle specie animali a rischio di estinzione, su tutti il progetto “Bionet 2017-2022”. Oggi, questo importante percorso istituzionale, risulta ulteriormente rafforzato grazie alla convenzione appena siglata tra la Provincia di Vicenza e Veneto Agricoltura che prevede il miglioramento della gestione della Banca del Germoplasma dell’Istituto Strampelli di Lonigo. In pratica, l’Agenzia regionale metterà in sicurezza il prezioso patrimonio costituito dai semi di antichi cereali finora conservati nello “scrigno” di Lonigo. L’attività di moltiplicazione dei semi sarà effettuata dall’Agenzia regionale presso le proprie aziende sperimentali “Pradon” di Porto Tolle (Ro) e “ValleVecchia” di Caorle (Ve).

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl