you reporter

Un'oasi lasciata nel pieno degrado <br/> tra via IV Novembre e via del Gelso

39527

14/05/2015 - 16:51

di Enrico Bonafè

PORTO VIRO - Oasi in preda al degrado. Un’area immersa nel verde della vegetazione attraversata dalla canaletta. Un luogo che da molti anni attira bambini e ragazzi di ogni età che si cimentano nella pesca.

L’area verde che si trova all’angolo tra via del Gelso e via IV Novembre, adiacente all’oasi Barbagigio a Porto Viro è decisamente un posto incantevole dove trascorrere alcune ore di pace e rilassatezza. Di recente è anche stato costruito un pontile in legno con un piccolo molo di attracco per le imbarcazioni, che permette di pescare e passeggiare in comodità.

Peccato che il parco nasconda pericoli e insidie in totale disaccordo con l’armonia che dovrebbe esprimere. Il laghetto artificiale, scavato circa una quindicina di anni fa, è un vero pericolo per gli utenti che lo raggiungono. Staccionate divelte, quando non sono assenti perché trafugate o immerse nell’acqua. Erba alta e strati di cemento armato che affiorano dalle fondamenta provocando buche, formano un connubio molto pericoloso che può portare i bambini che vi giocano a rischiare di cadere in acqua.

Lo stato dell’area è in abbandono da molti anni e praticamente la zona non è mai stata valorizzata, eppure potrebbe essere un importante centro di svago e divertimento. Purtroppo nell’ultimo periodo il degrado si è fatto evidente ai molti cittadini che hanno segnalato il pericolo anche sui social network con foto eloquenti. Una struttura come questa meriterebbe maggiore attenzione e una più efficace cura, poiché prima ancora degli interventi di riqualificazione, è necessaria la sua messa in sicurezza a tutela del cittadino.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl