you reporter

Mano morta sulla barista incinta, anziano nei guai

Porto Viro

80913

23/05/2017 - 23:00

Era una dipendente del suo bar, lavorava nonostante aspettasse un bambino e col pancione - almeno secondo le accuse - è stata molestata dal titolare del locale di Porto Viro, un 70enne, che dopo un’indagine accurata, è stato rinviato a giudizio, stamattina, dal giudice per l’udienza preliminare Pietro Mondaini.




L’accusa nei confronti dell’anziano è pesante: violenza sessuale compiuta con abuso di potere nei confronti della barista, che era non solo incinta, ma anche dipendente, dunque in una posizione di inferiorità nei confronti dell’uomo.




Per questa ipotesi si rischia grosso, fino a 10 anni di reclusione. Ma la difesa, rappresentata dall’avvocato Luca Azzano Cantarutti, conta di smontare l’accusa e di arrivare a un’assoluzione piena in dibattimento.




Sarà il collegio di Rovigo a istruire il processo a carico dell’imputato.
L’uomo l’avrebbe toccata sia sul ginocchio che nell’interno coscia.


LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl