you reporter

Ingiurie sui manifesti della Coppola <br/> il caso finisce direttamente in Procura

40886
ROVIGO - Un volantino con il logo del Pd distribuito a Villadose alcuni giorni fa è finito dritto in procura della Repubblica con un esposto ed è al vaglio degli inquirenti. Mentre i manifesti manipolati con le pesanti accuse sessiste sono oggetto di denuncia.

Isi Coppola difende a spada tratta la sua onorabilità e ha dato mandato al suo legale Paola Malasoma di agire per mettere con le spalle al muro chi imbratta i manifesti. Episodi che si ripetono puntuali oramai da alcuni giorni. L’ultimo episodio nella notte fra mercoledì e giovedì sia a Rovigo che in alcuni comuni del Medio Polesine.

Per le ingiurie sui manifesti, qualcuno ha lavorato di cesello, coprendo il messaggio originale del manifesto con una pennetta bianca e scrivendoci sopra. Il risultato sarebbe che l’assessore Isi Coppola dice di sé “Io sono una ....”.

Sarà la Procura, dunque, a valutare se e come individuare e punire gli autori del volantino e dei manifesti infamanti.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



GLI SPECIALI

speciali: TESORI un viaggio tra terra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl